CorrCan Media Group

La comunità è pronta a dare battaglia

La comunità è pronta a dare battaglia

TORONTO – Sarà un campo di battaglia il meeting del Toronto Catholic District School Board in programma il 22 febbraio alle 7 di sera. 
La posta in gioco è troppo importante e la comunità non è disposta ad accettare passivamente una decisione che sembra già essere nell’aria. 
Così se da un lato la speranza è che il buon senso riesca a prevalere e che alla fine i trustee del Toronto Catholic District School Board tornino sui loro passi e cancellino con un colpo di spugna l’accordo con Villa Charities Inc. che tanto affligge la comunità, dall’altro molti sostenitori del “no” alla demolizione del Columbus Centre desiderano intervenire per far presente ancora una volta il grosso torto che potrebbe essere fatto agli italocanadesi di Toronto.
È un meeting, questo che vedrà il direttore all’Istruzione Rory McGuckin presentare la sua raccomandazione, che può essere paragonata all’ultima opportunità per fare inversione di marcia. 
Da guadagnarci ne avrebbero un po’ tutti: la comunità che non vedrebbe più demolita un’icona che rappresenta una bella pagina della sua storia a Toronto, Villa Charities Inc. che con il tempo potrebbe riguadagnarsi la fiducia della gente dopo essersi imbarcata in un progetto per nulla convincente a discapito del volere di chi alla nascita del Columbus Centre ha contribuito quasi trent’anni fa e il Toronto Catholic District School Board che ha messo le mani in un progetto che con l’istruzione non ha nulla a che vedere ignorando una comunità che le scuole cattoliche le ha sempre sostenute.
Sarà un incontro, questo all’80 Sheppard Avenue East, nel quale la comunità è pronta a dare battaglia: anche tre minuti, tale è la durata stabilita per ogni intervento, possono essere sufficienti per far capire quanto forte è il legame degli italocanadesi verso il Columbus Centre. Ma bisogna aprire il cuore e la mente, in questo caso le orecchie non sono sufficienti. 
Se poi per far andare in porto il progetto del TCDSB/VCI era stato richiesto un supporto a tutto tondo, allora bisognerebbe anche riconoscere che non c’è mai stato. Tutt’altro. «Il direttore all’istruzione del TCDSB Rory McGuckin e il suo staff faranno le loro raccomandazioni ai trustee, ma ciò che è innegabilmente chiaro nel rapporto dei consulenti, indipendentemente da quello che McGuckin e il suo team raccomandano, è che “il sostegno schiacciante” per questo progetto carico di problemi non c’è proprio», dice Vera Held, membro di lunga data del Columbus Centre.

Comments are closed.