CorrCan Media Group

Sinner e Trevisan oggi nei quarti per far proseguire il sogno azzurro

Sinner e Trevisan oggi nei quarti per far proseguire il sogno azzurro

Sinner e Trevisan oggi nei quarti per far proseguire il sogno azzurro

PARIGI – Due azzurri giocano oggi nei quarti di finale di uno tra i più prestigiosi tornei di tennis al mondo, il Roland Garros di Parigi, nato nel lontano 1891.

Nel singolare femminile, l’ultima italiana a vincerlo fu la milanese Francesca Schiavone, soprannominata la “leonessa”, che nel 2010 ebbe la meglio sull’australiana Stosur. Oggi, la 26enne fiorentina Martina Trevisan (nella foto) – attuale numero 83 del mondo e proveniente dalle qualificazioni – proverà, con tutta la grinta di cui dispone, a superare la forte 19enne polacca Iga Swiatek per accedere alle seminifinali.

Martina, a soli 16 anni era una promessa del tennis azzurro e prendeva a pallate le giocatrici molto più grandi e quotate di lei. Poi, l’anoressia (un disturbo dell’alimentazione con radici psicologiche, ndr) l’ha allontanata dall’amato sport per ben cinque anni. Ora Martina si sente più forte e determinata che mai a recuperare il tempo perduto.

Tra gli uomini, l’ultimo italiano a vincere il Roland Garros fu niente meno che Adriano Panatta, nel 1976: un’altra era, in cui si giocava ancora con le racchette di legno!

Oggi, in un quarto di finale proibitivo – nel tentativo di emulare Pietrangeli e Panatta – toccherà al vero astro nascente del tennis azzurro, il 19enne Jannik Sinner, tentare l’impresa. Perché di impresa si tratta, per il giovane altoatesino, provare a battere un uomo che ha vinto il torneo parigino per ben 12 volte, lo spagnolo Rafael Nadal.

Il maiorchino sembra ancora essere in una forma smagliante, nonostante le 34 primavere alle spalle, e per Sinner (col quale non ha mai giocato sino ad oggi, ndr) il destino sembra segnato.

Ma Sinner ha mostrato di non avere timore di sorta a misurarsi con i campioni, perché la stoffa, il talento e la feroce determinazione del campione ce l’ha anche lui.