CorrCan Media Group

Jannik Sinner e Martina Trevisan illuminano di azzurro il cielo di Parigi

Jannik Sinner e Martina Trevisan illuminano di azzurro il cielo di Parigi

Jannik Sinner e Martina Trevisan illuminano di azzurro il cielo di Parigi

PARIGI – Parigi ospita in questi giorni uno dei tornei di tennis più prestigiosi al mondo, quel Roland Garros che certifica la 119ª edizione dell’Open di Francia e la terza prova del circuito Slam del 2020, anno il cui calendario è stato inevitabilmente devastato dalla pandemia di Covid-19. E la prima delle due settimane di gioco si è ieri chiusa con due grandi vittorie di marca italiana, che hanno illuminato di azzurro il cielo della capitale francese, nei primi giorni contraddistinto da nuvole e pioggerella autunnale.

Parliamo delle grandi vittorie conquistate da Jannik Sinner (nella foto di sinistra) e da Martina Trevisan. La prima a concludere la sua partita è stata la 26enne giocatrice fiorentina, opposta alla forte rivale olandese Kiki Bertens, numero 8 del mondo e testa di serie numero 5 del seeding parigino.

Martina aveva iniziato il torneo parigino da numero 144 della WTA, venendo costretta a partecipare alle qualificazioni per poi accedere al tabellone principale. Ebbene, Martina ha macinato tutte le sue avversarie sul percorso – da qualificata – prima battendo l’altra azzurra Camila Giorgi al primo turno, poi la giovane e talentuosa statunitense Cori Gauff al secondo, quindi l’esperta greca Maria Sakkari, numero 22 del mondo, al terzo.

Ieri, opposta alla Bertens, Martina Trevisan ha imposto il suo gioco, sicura dei suoi colpi e mai doma, sconfiggendo la più quotata olandese con un doppio 6-4, in appena un’ora e 35 minuti di gioco. Ora l’azzurra – che grazie a questa vittoria è salita all’83ª posizione della classifica WTA, dopo averne scalate ben 61 – sarà opposta nei quarti di finale alla 19enne polacca Iga Swiatek, ieri castigatrice della numero 1 del seeding, Simona Halep.

Ma il trionfo ancor più eclatante è stato quello messo a segno dal 19enne altoatesino Jannik Sinner, che oramai non finisce più di stupirci e che sembra davvero destinato ad una grande carriera. Sinner a¦rontava ieri il 23enne tedesco, ma di natali russi, Alexander Zverev, numero 7 del mondo e recente finalista allo US Open.

In tre ore esatte di gioco, Sinner ha letteralmente preso a pallate Zverev, costringendolo a colpire da fondo campo e rendendolo di fatto ino¦ensivo negli scambi. Più dei potenti colpi però, dell’azzurro hanno stupito l’atteggiamento e la forza mentale, giocando con una calma ed una concentrazione da veterano. 6-3, 6-3, 4-6, 6-3 il punteggio finale a favore del nostro tennista. E Sinner diventa così il più giovane italiano di sempre a qualificarsi per i quarti di finale di un torneo dello Slam ed il primo a farlo – alla prima partecipazione – da quando ci riuscì Rafael Nadal nel 2005.

E proprio il terribile spagnolo – ieri facilmente vittorioso in tre set, sul malcapitato statunitense Korda – sarà nei quarti il prossimo avversario di Jannik. Nadal ha vinto il Roland Garros per ben 12 volte, un record impressionante, che forse non verrà mai battuto. Ma Sinner è pronto a stupirci ancora. Nadal è avvertito.