CorrCan Media Group

Giustino vince 18-16 al quinto set, a Parigi avanti 4 azzurri su sei

Giustino vince 18-16 al quinto set, a Parigi avanti 4 azzurri su sei

Giustino vince 18-16 al quinto set, a Parigi avanti 4 azzurri su sei

PARIGI – Giornata indimenticabile quella vissuta ieri dal 29enne napoletano, Lorenzo Giustino (nella foto), sui campi in terra rossa del Roland Garros.

Il tennista partenopeo – attuale numero 137 del mondo e proveniente dalle qualificazioni del torneo dello Slam parigino – ha sconfitto il giocatore di casa, il francese Corentin Moutet (avanti a lui di ben 65 posizioni nel ranking ATP, ndr), dopo una vera e propria maratona durata per ben 6 ore e 5 minuti.

Il punteggio finale per il grintoso tennista napoletano è stato di 0-6, 7-6, 7-6, 2-6, 18-16 con una quinta frazione davvero interminabile. Ora Giustino dovrà vedersela con l’argentino Diego Schwartzman, recente finalista a Roma.

Sudata vittoria in 5 set anche per l’altro azzurro, il 25enne torinese Lorenzo Sonego – attuale numero 45 delle classifiche ATP – che ha avuto la meglio sull’ecuadoregno Emilio Gómez (figlio di Andrés, vincitore del torneo nel 1990, ndr) col punteggio di 6-7, 6-3, 6-1, 6-7, 6-3. Prossimo avversario di Sonego il kazako Alexander Bublik, numero 49 del mondo.

Esce invece dal torneo dello Slam il 33enne sanremese Fabio Fognini – numero 15 del mondo, ma reduce da un doppio intervento chirurgico ad entrambe le caviglie – sconfitto in 4 set dal coetaneo russo, Mikhail Kukushkin.

Ha perso anche il siciliano Salvatore Caruso, battuto in 4 set dal forte tennista argentino Guido Pella.

Tra le azzurre, vittoria in due set – 6-4, 6-3 – per la 24enne lucchese Jasmine Paolini, opposta alla moldava Aliona Bolsova. Ma è stata ancor più bella la vittoria di una rediviva Sara Errani, la 33enne bolognese che a Parigi giocò la finale nel 2012, ma che ora proveniva dalle qualificazioni. 6-2, 6-1 lo score rifilato alla portoricana Puig.