CorrCan Media Group

Tfc ko, playoff ancora più lontani

Tfc ko, playoff ancora più lontani

TORONTO – A Portland non c’era Giovinco. Non c’era Vazquez. Non c’era Moor. Non c’era Van Der Wield. Non c’era Auro. Non c’era Mavinga. Non c’era Bono. L’infermeria strapiena del Toronto Fc è la conseguenza di due fattori: 1) la preparazione iniziata in pienissimo inverno per la Champions; 2) il pessimo terreno di gioco del BMO Field.
Il sogno Champions è costato carissimo, visto che l’inusitata preparazione invernale ha creato i presupposti per gli infortuni a catena che hanno decimato la squadra quasi partita per partita.
Inoltre, il terreno dello stadio di casa, utilizzato dagli Argos e dalla seconda squadra del Toronto Fc, è troppo soffice, è un attentato costante alle caviglie e ginocchia dei giocatori tutti, Giovinco in primis.
Il numero 10 italiano, colui che fa la differenza sempre e comunque, anche dopo la partita con il Montreal, dove ha realizzato due gol, ha puntualizzato come su quel campo si rischiano infortuni ogni volta che si tocca la palla.
Sul sintetico di Portland le riserve del Toronto Fc hanno ceduto per 2-0 (reti di Chara al 64’ e Guzman all’83’), perdendo un’altra chance di avvicinarsi alla zona playoff. La difesa del titolo vinto nel 2017 diventa sempre più una chimera.
Classifica Eastern Conference:
1. New York Red Bulls punti 55
(giocate 27)
2. Atalanta 54 (26)
3. New York City 48 (26)
4. Columbus 40 (26)
5. Philadelphia 39 (26)
6. Montreal 33 (27)
7. New England 29 (25)
8. D.C. 27 (24)
9. Toronto 27 (26)
10. Chicago 24 (27)
11. Orlando 23 (25).

More in Sport