CorrCan Media Group

La crisi dei Leafs e le colpe decennali della stampa troppo compiacente

La crisi dei Leafs e le colpe decennali della stampa troppo compiacente

La crisi dei Leafs e le colpe decennali della stampa troppo compiacente

TORONTO – Per la prima volta da quasi 60 anni c’è stato un giornalista inglese che ha detto pane al pane, criticando apertamente la dirigenza dei Maple Leafs.

In un articolo apparso ieri nello Star un giornalista ha detto papale papale: sbarazzatevi di Michael Hutchinson, non è all’altezza.

La ricerca di un secondo portiere diventa ora virale visto che il titolare Frederick Andersen è uscito malridotto dal match con le Pantere e potrebbe dover stare fuori a lungo se ha davvero sostenuto una commozione cerebrale.

Che Hutchinson non sia un goalie con le qualità indispensabili per le ambizioni dei Leafs era chiaro da tempo. Soltanto che nessuno ha mai evidenziato, sino ad ora, perché i media locali sono sempre bene attenti ad indorare la pillola senza mai criticare.

È dal 1967 che i Leafs non rendono sul ghiaccio in base al talento della squadra titolare perché giornali, tv e radio, parlano di tutto e di più senza evidenziare i buchi dell’organico e “bastonare” tecnici e giocatori per spingerli a rendere di più e meglio.

Una cosa che si sapeva da tempo, ma che nessuno dei media aveva mai reso nota, era che l’ex allenatore Mike Babcock definiva i suoi portieri “bersagli”, come a dire che paravano soltanto quando i tiri finivano loro addosso.

Insomma il coach mandato ramengo quest’anno non aveva fiducia e rispetto per i guardiani della sua porta, non li considerava importanti e decisivi al buon andamento della stagione.

La storia dell’hockey insegna che la Stanley Cup non si vince senza un superstar in porta e in forma nel periodo proprio quando comincia la corsa a quella coppa che i Leafs, anche quest’anno, i Leafs la vedranno con il cannocchiale.

*Ieri sera i Leafs hanno giocato a New York, contro i Rangers, con Huthchison in porta.

 

RISULTATI

 

Mercoledì

Rangers-Toronto 5-3

Chicago-Boston   1-2

 

Martedì

Columbus-Florida 1-0 0t

Washington-Los Angeles 4-2

Islanders-Dallas 4-3 0t

New Jersey-Montreal 4-5 rig

Tampa Bay-Vegas 4-2

Buffalo-Colorado 1-6

Boston-Vancouver 4-0

Ottawa-Anaheim 2-3 rig

Winnipeg-Nashville 1-2 0t

Minnesota-Chicago 3-2

St. Louis-Carolina 6-3

Arizona-Edmonton 3-0

Calgary-San Jose 0-3

 

Lunedì

Toronto-Florida 3-5

Rangers-Dallas 3-5

Detroit-Philadelphia 0-3

 

Domenica

Washington-Pittsburgh 3-4

Montreal-Columbus 3-4

Carolina-Vancouver 4-3 rig

 

PROSSIMO TURNO

 

Giovedì

Philadelphia-New Jersey

Islanders-Los Angeles

Florida-Vegas

Bu#alo-Detroit

Tama Bay-Pittsburgh

Montreal-Anaheim

Ottawa-Colorado

Minnesota-Vancouver

St. Louis-Winnipeg

Arizona-Carolina

Calgary-Nashville

Edmonton-San Jose

 

Classifiche unificate:le prime otto di ogni Conference accedono al playoff.

EASTERN CONFERENCE

Washington  p. 77  g. 54

Boston              76       54

Pittsburgh        71       52

Tampa Bay      71        53

Florida             64       52

Columbus       67        54

Islanders        66        54

Philadelphia  65        53

_____________________

Toronto          63        53

Carolina        63         53

Montreal       57        55

Rangers         54        51

Buffalo          53        53

Ottawa          47        53

New Jersey  46        52

Detroit         28         54

WESTERN CONFERENCE

St. Louis  p. 72     g. 54

Dallas           65        53

Vancouver  65        54

Colorado     64        51

Edmonton  62        53

Las Vegas    61        55

Colorado     64        51

Arizona       61         55

Calgary       60        54

Nashville    57        52

Chicago      57        53

Winnipeg   57        54

Minnesota  54      52

San Jose     50       54

Anaheim     49      53

Los Angeles 43     54