I Leafs tornano al successo, 5-0 al Vancouver

di corriere canadese del January 7, 2019

TORONTO - Dopo due sconfitte consecutive i Maple Leafs sono tornati alla vittoria travolgendo il Vancouver per 5-0.

Per il portiere Micahel Hutchinson, prelevato dai Leafs la settima corsa dalla Florida Panthers vista la situazione di emergenza creata dagli infortuni del portiere titolare Frederk Andersen, e della riserva Garret Sparks, si tratta della prima vittoria.

Michael Hutchinson aveva debuttato giovedì nella porta del Toronto parando abbastanza bene nonostante i quattro gol finiti nel suo sacco ad opera del Minnesota vittorioso sui Leafs per 4-3.

Contro il Vancouver è stata quasi una passeggiata. John Tavares apre le marcature nel primo tempo, poi il difensore Trevor Moore segna il suo primo gol nella serie maggiore raddoppiando con una velocissima azione di contropiede.

Nel terzo tempo segna anche Auston Matthewes che così interrompe un digiuno di cinque partite senza gol. Andreas Johnsson e Igor Ozhiganov completano la cinquina torontina.

I Leafs tornano in azione questa sera, a Toronto, contro il Nashville.

Nella foto: il nuovo portiere dei Leafs, Michael Hutchinson

Potrebbero interessarti...

Il presepe, una tradizione di quasi otto secoli
di corriere canadese il November 30, 2017
TORONTO - Possiamo ormai dire che il Natale è alle porte. Lo evidenziano le vetrine dei negozi, le musiche alla radio, le pubblicità sui mezzi di comunicazione. 
Le case cominciano a rivestirsi di luci e colori e in quelle dove vivono le famiglie cattoliche, si fa spazio ad una tradizione che si ripete, anno dopo anno, accompagnando la vita di generazioni, quella del presepe.
In realtà, il Natale è la festa in cui ricordiamo la natività, la nascita di Gesù, anche se tanto altro ha preso così prepotentemente il sopravvento che quasi quasi non ce ne rendiamo più conto. 
Il presepe serve proprio a riportarci all’essenza di questa festività perchè è la riproduzione, arricchita dalla fantasia e dai costumi locali, di ciò che dev'essere avvenuto duemila anni fa in terra di Palestina. 
Era questa l’idea di San Francesco d’Assisi, che nell’ormai lontano 1223 ebbe l’idea di celebrare il Natale in un modo nuovo, rappresentando la nascita del Bambino.
Il frate era stato pochi anni prima in quelle terre dove si collocava la nascita e la vita del Figlio di Dio, portando con sè tanti ricordi, compreso quello forse più emozionante per lui, la visita alla grotta dove probabilmente Maria aveva dato alla luce il Divino Bambino.
Scelse Greccio, perchè un giovane gli offrì di usare dei terreni dove sorgevano delle grotte naturali, come quelle che aveva visitato Francesco nei pressi di Betlemme. 
Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.