CorrCan Media Group

“Si deve trovare un’alternativa alla demolizione”

“Si deve trovare un’alternativa alla demolizione”

TORONTO – La comunità ancora in campo per il Columbus Centre. Di seguito pubblichiamo una lettera inviata al Corriere Canadese dall’avvocato Ralph Ciccia.

Onorevole Volpe, qualche settimana fa “sono sceso in campo” (come direbbe l’amico Sparano) per esprimere la mia opposizione alla demolizione del Columbus Centre proposta dal matrimonio della Villa Charities e del T.C.D.S.B. 
I vari articoli pubblicati recentemente sul Corriere mi fanno pensare che i membri dell’esecutivo di Villa Charities si stanno comportando un po’ come quei cavalli con le visiere che marciano dritti senza curarsi di quello che succede attorno.
Abbiamo la Provincia dell’Ontario che pur volendo l’intensificazione si è espressa contro questo progetto. La Città di Toronto, la comunità e numerosi singoli sono contrari alla demolizione.
Eppure… questi signori sembrano volere insistere sul progeto presentato all’OMB. Infatti lo stanno smantellando un poco alla volta per poterne giustificare l’eventuale demolizione. Io rimango convinto che certe strutture, come appunto il Columbus Centre, non si dovrebbero demolire solo perché hanno bisogno di manutenzione.
Ed allora mi domando ancora…ma chi ca….volo si credono di essere questi “Bay Street Cowboys” per decider di demolire un centro ideato e voluto dalle famiglie Bratty, Gambin, Chiappetta, Di Nino, Fusco, Carrier, Fidani e costruito con il modesto contributo del sottoscritto e di tanti altri membri della nostra comunità?
Invito ancora la Villa Charities a trovare un’alternativa alla demolizione. Se non ci riescono invito  il T.C.D.S.B. a chiedere il divorzio…
Ralph Ciccia 
Professional Corporation
Barrister and Solicitor

 

Comments are closed.