CorrCan Media Group

Un altro weekend di sangue nella Gta

Un altro weekend di sangue nella Gta

TORONTO – Non accenna ad attenuarsi l’ondata di conflitti a fuoco nella Gta. Dopo il bilancio di 17 feriti in 14 sparatorie dello scorso long weekend a Toronto anche il fine settimana appena concluso non è stato di tutto riposo.

Altre sparatorie, una dietro l’altra si sono susseguite da venerdì a ieri con tanti ferimenti e due morti.

A perdere la vita su Wakunda Place nei pressi di O’Connor Drive a East York, è stato il ventinovenne residente di Toronto Kevin Reddick mentre una persona che si trovava in sua compagnia ha riportato ferite curabili.

I familiari descrivono la vittima come un padre amorevole di una bimba di quattro anni, la polizia ritiene comunque che ad essere presi di mira fossero proprio la persona ferita e Reddick. «Sulla base della nostra indagine, che è nella fase iniziale, possiamo dire che si tratta di una sparatoria relativa a una street gang», ha aFFermato l’ispettore Jim Gotell.

A Vaughan, dove un colpo di arma da fuoco si è rivelato fatale per un uomo, la squadra omicidi della York Regional Police sta investigando: finora si sa che la sparatoria è avvenuta verso l’1:45 di sabato mattina all’esterno di una residenza vicino a Cranston Park Avenue e Ridgeway Court nel corso di una lite.

Due o più sospetti sono stati visti fuggire dal luogo a bordo di un’auto. E sono tre le persone alle quali la polizia sta dando la caccia dopo che un uomo di 30 anni ha riportato ferite gravissime nella sparatoria che si è consumata all’esterno dell’Embassy Suites Hotel in prossimità del Pearson International Airport.

I medici ritengono che l’uomo sopravviverà ma che le ferite gli hanno causato danni molto seri.

Gli spari uditi da un uomo che alloggia nell’hotel sono stati almeno 11. Numerose persone sono state arrestate e un’arma da fuoco è stata sequestrata in una casa – affittata su Airbnb – che si trova su Burma Drive, nell’area di Park Lawn Road e The Queensway.

La pistola – una semiautomatica Glock carica – è stata trovata in un veicolo. Due dei fermati sono residenti di Ottawa. Ed a Burlington un uomo che ha aperto la porta di casa dopo che qualcuno ha suonato più volte il campanello è rimasto miracolosamente illeso quando diver-si colpi di pistola sono stati esplosi al suo indirizzo.

La polizia ritiene che l’uomo, che è coinvolto in una querelle, sia stato il bersaglio designato. E ultima della serie la sparatoria avvenuta poco prima dell’una di ieri mattina nel parcheggio di una scuola vicino Donlands Avenue e Strathmore Boulevard quando un ragazzo di 16 anni ha riportato gravi, ma non mortali, ferite.

Il capo della polizia di Toronto Mark Saunders ritiene che la stragrande maggioranza delle sparatorie che hanno avuto luogo in città negli ultimi giorni sono da imputare alle street gang. «Questo, non significa che le persone innocenti non vengano colpite – ha aggiunto Saunders – la polizia concentrerà la sua attenzione maggiormente sulle gang. So che le persone sono preoccupate e lo capisco perfettamente».

Il chief ha inoltre rivelato che 326 persone accusate di reati con armi da fuoco sono attualmente libere su cauzione a Toronto: Saunders ha detto di poter a.ermare con certezza che ci sono più persone che trasportano armi da fuoco in città oggi che negli anni passati e che l’attività delle gang è aumentata.

Quel che Saunders vuole capire è se considerato il picco di violenza armata in città esista la possibilità che i giudici di Toronto possano cambiare le loro linee guida sulla concessione della libertà su cauzione.

More in Redazione