CorrCan Media Group

Trionfa Tory, tre italocanadesi a City Hall

Trionfa Tory, tre italocanadesi a City Hall

TORONTO – Tutto secondo copione. John Tory incassa il 63,5 per cento dei voti e sbaraglia, confermando le previsioni della vigilia, la sua principale avversaria Jennifer Keesmaat.

Il sindaco uscente durante tutta la campagna elettorale non ha mai visto mettere in discussione la sua eventuale riconferma, vuoi per un primo mandato sostanzialmente positivo vuoi per la mancanza di uno sfidante di peso. Non c’è stata quindi alcuna suspance durante lo spoglio, a differenza del 2014, quando Tory sconfisse due candidati di peso come Olivia Chow e Doug Ford.

Il sindaco così ha incassato 479.659 voti, mentre la Keesmaat si è dovuta accontentare di 178.193 preferenze, pari al 23,6 per cento. La vera battaglia, come avevamo scritto più volte nei mesi scorsi, è stata nei singoli distretti elettorali, specialmente in quelli dove – a causa della riforma voluta da Ford – c’è stata la sfida tra due consiglieri uscenti.

In linea generale, il prossimo consiglio comunale di Toronto vede quattro volti nuovi, mentre la pattuglia degli italocanadesi ha subito un calo drastico: a City Hall vedremo infatti solamente Frances Nunziata, Anthony Perruzza e Mike Colle.

Nel ward 1, la sfida fratricida tra gli esponenti della Ford Nation Vincent Crisanti e Michael Ford si è risolta con la vittoria di quest’ultimo, con uno scarto di circa 2mila voti.

Nel ward 2 il consigliere uscente Stephen Holyday ha avuto la meglio sull’ex collega John Campbell per 1.200 voti, mentre nel distretto 2 Mark Grimes ha avuto vita facile, distanziando Amber Morley di quasi 6mila voti.

Valanga di voti per Gord Perks nel ward 4, con un margine di quasi 12mila preferenze. Nel distretto 5 la Nunziata (8.425 voti) nel derby italocanadese ha sconfitto Frank Di Giorgio (5.674) e Chiara Padovani (5.358).

Saluta City Hall l’ex consigliera comunale Maria Augimeri, battuta nel ward 6 da James Pasternak con uno scarto di circa 2.300 voti. Decisiva, in questo caso, la candidatura di Louise Russo, che con i suoi 2726 voti ha tolto alla Augimeri una parte del voto italiano. Nel ward 7 Perruzza ha avuto la meglio su Giorgio Mammoliti con uno scarto di 2.700 voti.

Sorprendente il risultato di Colle nel ward 8: oltre 14mila voti, con uno scarto di quasi 7mila preferenze con la consigliere uscente Christin Carmichael Greb. Vittoria bulgara (83%) per Ana Bailao, mentre si sono garantiti la riconferma Joe Cressy, Mike Layton e Josh Matlow. Tornano a City Hall anche Kristyn Wong-Tam, Paula Fletcher, Jaye Robinson e Denzil Minnan-Wong. Dopo il flop alle provinciali, riconquista un posto in Consiglio Comunale Shelley Carroll, accompagnata da John Filion e Gary Crawford.

Insieme a Colle, arrivano in comune altri tre volti nuovi: si tratta di Jennifer McKelvie, Cynthia Lai e il pupillo del sindaco Bard Bradford. Si riguadagnano la riconferma, infine, Paul Ainslie, Jim Karygiannis e Michael Thompson.

Sigillate le urne elettorali per i prossimi quattro anni, adesso parte davvero la sfida per questo governo cittadino, con tutte le incognite legate alla riduzione del numero dei consiglieri – da 47 a 25 – e con la necessità di ricalibrare i lavori delle singole commissioni. Una sfida che Tory e i 25 consiglieri sono pronti a raccogliere.

More in Redazione