CorrCan Media Group

Toronto violenta, un altro weekend di sangue

Toronto violenta, un altro weekend di sangue

TORONTO Non si ferma l’ondata di violenza nelle strade di Toronto segnate da un altro fine settimana all’insegna di sparatorie e accoltellamenti. Il bollettino si allunga con morti e feriti che si vanno ad aggiungere ai quattro omicidi dello scorso weekend.

Ultima in ordine di tempo è stata la sparatoria al Kensington Market, nella zona di College Street e Augusta Avenue, nella quale sono rimaste ferite quattro persone, due delle quali in modo grave.
Al momento gli investigatori, che stanno raccogliendo informazioni con l’aiuto dei residenti del quartiere, stanno dando la caccia a quattro sospetti che sono stati visti fuggire dal luogo.

Una sparatoria, questa, che si è consumata il giorno dopo quella di Queen St. W. nella quale i due residenti di Toronto Jahvante Smart, 21 ed Ernest Modekwe, 28 anni, sono morti mentre una donna è rimasta ferita. Vari membri della comunità hip-hop hanno identificato le vittime come il rapper Smoke Dawg e Koba Prime, noto anche come Kosi.
Nell’elenco delle persone che hanno perso la vita domenica va annoverato anche il ventinovenne Matthew Lidster. Dopo un litigio, avuto dalla vittima con un altro uomo a bordo di un autobus della Ttc che percorreva Danforth Avenue, i due sono scesi alla stessa fermata vicino Danforth e Greenwood Avenue: a quel punto che l’uomo è stato raggiunto da numerosi fendenti.

Inutile la corsa in ospedale dove poco dopo il suo arrivo è morto. Gli investigatori chiedono a chiunque si fosse trovato nella zona o abbia viaggiato a bordo dell’autobus della 300 Blue Line di contattare la polizia.
Ha riportato ferite gravi un adolescente raggiunto da colpi di arma da fuoco durante una raccolta fondi sul retro di una chiesa che si trova vicino Jane Street ed Heathrow Drive a Downsview.

Non sono state registrate vittime invece durante un evento nella zona di Kennedy Road e Derry Road a Mississauga dove sono stati esplosi colpi di arma da fuoco. I sospetti sono poi fuggiti a bordo di un’auto.

La polizia, che ritiene che al momento nel luogo della sparatoria fossero presenti circa cento persone, chiede ai testimoni di farsi avanti e di consegnare eventuali filmati ripresi da telecamere di sicurezza.

Una escalation di violenza, questa che sta imperversando a Toronto, che preoccupa sempre di più il sindaco di Toronto John Tory. «Ho parlato con il chief Saunders che mi ha assicurato che gli investigatori stanno lavorando alacremente riguardo questa e le altre sparatorie avvenute quest’anno», ha detto Tory che ha ribadito che Toronto è sicura e che a rappresentare una minaccia per la sicurezza della città sono le gang.
Gli investigatori della squadra omicidi della York Regional Police stanno visionando i filmati di telecamere di sicurezza e video cam nella speranza di poter dare un nome ai killer di Cosimo Ernesto Commisso, 33, di Woodbridge e Chantelle Almedia, 26, di Toronto.

L’uomo era imparentato con Cosimo Commisso (“La quaglia”) di Siderno, ritenuto dalla polizia un capo della criminalità organizzata della ‘ndrangheta.

Sembra che l’assassino abbia atteso l’arrivo della coppia: il corpo senza vita di Almeida è stato trovato nel suv Mazda mentre quello di Cosimo Commisso sul vialetto di accesso alla sua abitazione su Castlepoint Drive a Woodbridge.

More in Redazione