CorrCan Media Group

Toronto, s’infiamma il mercato del mattone: prezzi e vendite record

Toronto, s’infiamma il mercato del mattone: prezzi e vendite record

Toronto, s’infiamma il mercato del mattone: prezzi e vendite record

TORONTO – Anche a settembre il mercato immobiliare a Toronto e dintorni continua ad essere infuocato.

Che il mattone fosse tornato a tirare lo avevamo già visto negli ultimi mesi, dopo la fiacca fisiologica provocata dall’impatto della pandemia e il conseguente lockdown in primavera. Ma ora, sia sul fronte dei prezzi che sul volume delle vendite si stanno raggiungendo dei valori record.

Secondo il Toronto Regional Real Estate Board (TRREB), a settembre su base annuale le compravendite a Toronto sono aumentate del 42,3 per cento. Si tratta – si legge in un rapporto presentato ieri – del maggiore aumento registrato nell’intera Greater Toronto Area.

Anche per quanto riguarda i prezzi medi delle vendite, nel mercato immobiliare torontino si registra un sostanzioso balzo in avanti.

Sempre su base annuale, il valore medio delle abitazioni a Toronto ha subito un aumento del 14 per cento, che segue la crescita dei prezzi già verificatasi in città a luglio e ad agosto. E ancora una volta, per effetto anche delle conseguenze della pandemia del Covid-19, in tutta la GTA sono state le abitazioni indipendenti a guidare il mercato: qui il prezzo medio registrato nei passaggi di proprietà è stato di 1,2 milioni di dollari.

Nell’area del 905, per le villette indipendenti si è raggiunto un più 63,6 per cento nelle vendite, con i prezzi che sono saliti del 16,9 per cento per un costo medio di 1,1 milioni di dollari.

Se restringiamo il campo di indagine alla sola città di Toronto, i valori sono addirittura superiori. Qui il valore medio delle case indipendenti vendute nel mese di settembre è stato di circa 1,5 milioni di dollari.

Anche quello relativo agli appartamenti è un segmento del mercato che gode di ottima salute. Il mese scorso nell’intera Greater Toronto Area il prezzo medio ha subito un’impennata del 6,6 per cento, superando quota 634mila dollari come valore medio.

Insomma, tutti gli indicatori forniti dal Toronto Regional Real Estate Board confermano come il mercato immobiliare nella GTA stia attraversando una fase di grande fermento.

Gli analisti di mercato sono concordi nell’identificare i due fattori decisivi che stanno caratterizzando il real estate torontino.

Il primo è quello dei tassi d’interesse, al livello più basso della storia. Questo ovviamente si riverbera sui mutui e sulla possibilità di un maggiore appoggio bancario per l’acquisto di un’abitazione.

Il secondo è quello della pandemia e gli effetti della prima ondata. Chi aveva messo in programma di acquistare casa in primavera ha dovuto rimandare i propri piani di qualche mese. In estate, con l’allentamento delle restrizioni, il mercato è stato caratterizzato dalla presenza di molti potenziali acquirenti e questo ha fatto salire il prezzo medio delle case, molto spesso vendute a un costo superiore rispetto a quello richiesto inizialmente dai venditori.