Scuola, boom di contagi: 13 casi alla St. Fidelis 

di Mariella Policheni del November 25, 2020

TORONTO - Ieri il portone della St. Fidelis Catholic School è rimasto chiuso. Lezioni sospese per gli studenti della scuola che si trova al 9 Bannerman St, vicino a Rustic Ave, a North York a causa di un focolaio di Covid-19. Sono 8 gli alunni e 5 i membri del personale risultati positivi al virus.
La portavoce del Toronto Catholic District School Board (TCDSB) Shazia Vlahos ha dichiarato che in base alla raccomandazione del Toronto Public Health (TPH) la St. Fidelis “a partire da martedì (ieri, ndr) lascerà temporaneamente a casa studenti e personale”.
“Questa misura viene adottata per cautela e per consentire al TPH di condurre un'indagine approfondita”, si legge in una e-mail inviata dalla Vlahos al Toronto Star.
La St. Fidelis è rimasta aperta lunedì - nonostante la richiesta fatta agli studenti di undici classi ad isolarsi - suscitando la preoccupazione dei genitori e del sindacato degli insegnanti. Secondo la rappresentante dell’Ontario English Catholic Teachers’ Association (OECTA) Julie Altomare-Di Nunzio, la metà dei genitori allarmati ha scelto di non mandare i propri figli a scuola lunedì.
«I genitori e la comunità non capiscono perché la scuola sia ancora aperta. Non ha assolutamente senso», ha detto la Altomare-Di Nunzio.
La notizia della pandemia alla St. Fidelis arriva mentre i casi nelle scuole dell’Ontario hanno registrato un’impennata nel giro di ventiquattrore: 223 studenti e 47 insegnanti contagiati che portano il totale nelle ultime due settimane a 1.281: sono 4.170 i contagi complessivi dall’inizio dell’anno scolastico.
Negli ultimi dati diffusi martedì mattina, la provincia ha riportato che altri 223 studenti sono stati contagiati per un totale di 868 nelle ultime due settimane: dall'inizio della scuola sono stati complessivamente 2.516. Con gli ultimi 47 membri del personale contagiati il totale delle ultime due settimane sale a 202: da settembre sono complessivamente 568. I membri del personale non docente contagiati nelle ultime due settimane sono 211, numero che fa salire il totale complessivo a 1.086.
Sono 703 le scuole dove è stato segnalato almeno un caso, vale a dire il 14,56% delle 4.828 scuole pubbliche in Ontario. Le scuole chiuse al momento sono quattro.
La salita vertiginosa dei contagi negli istituti scolastici non coglie di sorpresa gli epidemiologi che ribadiscono ancora una volta che il numero crescente nelle scuole non è una sorpresa e che i casi sono proporzionati alla quantità di Covid presente nella comunità. «È stato chiaro che il piano che abbiamo messo in atto si prefigge di mantenere i bambini al sicuro e questo è imperativo», ha detto lunedì il ministro dell'Istruzione, Stephen Lecce, durante il Question Period.
Ma la Elementary Teachers’ Federation of Ontario (ETFO) continua il suo pressing sul governo affinché riduca le dimensioni delle classi per mantenere la distanza fisica raccomandata di due metri, migliori la ventilazione fornendo filtri HEPA dove necessario e migliori la tracciabilità dei contratti.
Non solo. Il sindacato ha anche affermato che i test rapidi Covid-19 dovrebbero essere disponibili in ogni scuola.
Il presidente dell’ETFO Sam Hammond ha dichiarato che alcuni insegnanti hanno classi con più di 30 studenti e che “anche classi con un numero minore di studenti non permettono un metro di distanza fisica all'interno delle aule, figuriamoci due”.
«Il premier chiede alle persone di restare a casa, chiude le attività però lascia che i bambini - uno o più per famiglia - frequentino classi composte da 30 o 32 ragazzi», ha affermato Hammond.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.