CorrCan Media Group

Piano da 82 miliardi contro l’emergenza Covid-19

Piano da 82 miliardi contro l’emergenza Covid-19

Piano da 82 miliardi contro l’emergenza Covid-19

TORONTO – Un piano da 82 miliardi di dollari per le famiglie, i lavoratori e le imprese contro l’emergenza coronavirus. È quanto ha annunciato ieri il ministro delle Finanze Bill Morneau, fornendo i dettagli delle linee guida enunciate poco prima dal primo ministro Justin Trudeau.

Il pacchetto di misure messo in piedi dal governo federale prevede un intervento diretto da 27 miliardi di dollari e una massiccia esenzione fiscale quantificabile in 55 miliardi di dollari. Quest’ultima, che corrisponde allo spostamento della dichiarazione dei redditi da fine marzo al primo giugno, con il pagamento di quanto dovuto all’erario al 31 agosto, permetterà alle famiglie e alle imprese canadesi di avere in tasca 55 miliardi di liquidità che potranno essere spesi durante questo difficile periodo.

Per quanto riguarda le misure dirette, il governo ha creato l’Emergency Care Benefi t, un insieme di provvedimenti volti al sostegno di coloro che dovranno stare a casa e che non hanno accesso ai giorni di malattia. Con questo fondo sarà garantito un assegno bisettimanale di 900 dollari per un massimo di 15 settimane, per un valore di 10 miliardi di dollari. Potranno avere accesso a queste misure i lavoratori che si ammalano, quelli costretti alla quarantena obbligatoria e quelli in auto isolamento che non possono contare sui benefici dell’EI (Employment Insurance). Avranno accesso anche i lavoratori che devono rimanere a casa perché un parente stretto è stato contagiato dal Covid-19 e i lavoratori che hanno accesso o meno all’EI e che devono stare a casa per via della chiusura delle scuole.

Il governo ha poi previsto un pacchetto da 5 miliardi di dollari per i lavoratori che perdono il lavoro e che non hanno diritto all’accesso dell’EI. L’erogazione di questi servizi sarà immediata: tolta la settimana di attesa necessaria, il meccanismo sarà quello dell’autocertificazione, visto che è stata tolta la necessità della lettera del medico per accedere ai giorni di malattia previsti dal contratto di lavoro.

Sarà aumentato il sussidio del Canada Child Benefit in media di 300 dollari al mese per ogni figlio a partire da maggio.

Per le piccole imprese è stato introdotto un sussidio del 10 per cento sugli stipendi per i prossimi 90 giorni, fi no a un massimo di 1.375 dollari a lavoratore e 25.000 dollari per il datore di lavoro.

Nel pacchetto di misure del governo previsti anche 305 milioni di dollari di aiuti diretti per le popolazioni indigene, 157,5 milioni di dollari per i senzatetto e 50 milioni di dollari per le donne vittime di violenza che hanno bisogno di una sistemazione.

Nel piano dell’esecutivo poi c’è un capitolo che riguarda le imprese. Queste avranno tempo di pagare le tasse dovute fino al 31 agosto.

Viene implementato poi un fondo da 10 miliardi per le piccole, le medie e le grandi imprese attraverso l’Export Development Canada.

È stato lanciato infine l’Insured Mortgage Purchase Program per acquistare fino a 50 miliardi di dollari in mutui attraverso la CMHC.