CorrCan Media Group

“Onestà e lavoro al servizio di tutte le comunità”

“Onestà e lavoro al servizio di tutte le comunità”

Dopo sette lunghi anni la comunità italocanadese avrà un suo rappresentante al senato. Tony Loffredo è stato nominato dal primo ministro Justin Trudeau a conclusione di una lunga battaglia del Corriere Canadese e della comunità, che per tanto tempo hanno chiesto al primo ministro di nominare un italocanadese nella Camera Alta del parlamento canadese. Di seguito, pubblichiamo l’intervista concessa al Corriere dal neo senatore di Montreal.

TORONTO – “Cercherò di essere al servizio di tutte le comunità con integrità, onestà e duro lavoro, con la nostra comunità Italiana sempre vicino al cuore!”: a parlare è Tony Loffreda, primo italocanadese a occupare, dopo sette anni, un seggio al Senato.

Martedì scorso, infatti, il primo ministro Justin Trudeau, attraverso il governatore generale Julie Payette, lo ha nominato alla Camera Alta del parlamento canadese, che tornerà quindi ad avere 105 senatori senza seggi vacanti. E il Corriere Canadese ha subito intervistato il neo senatore italo-canadese.

Senatore, ci parli delle sue origini italiane, o di quelle dei suoi genitori.
“Io sono nato a Montreal ma i miei genitori sono di San Gregorio Matese e Dragoni, Caserta”.

Perché ha voluto autocandidarsi come senatore?
“Voglio contribuire e continuare sempre al servizio delle nostre comunità del nostro Paese. Amo la gente!”.

Chi sono stati i suoi sostenitori nella/dalla comunità?
“Tony Sciascia, ha fatto un lavoro eccezionale. Era lì per ogni passo. Lo ringrazio di tutto cuore!”.

Ha avuto un’esperienza comunitaria italo quebechese?
“Ogni giorno!”.

Le sue esperienze politiche con partiti o con politici?
“Sempre nel ruolo di esecutivo bancario”.

Chi l’ha intervistata prima di ricevere la telefonata definitiva?
“Un comitato indipendente. E sono orgoglioso di essere stato tra le persone selezionate attraverso la procedura aperta di candidatura guidata appunto dal comitato consultivo indipendente per le nomine al Senato”.

Quando ha parlato con il Primo Ministro?
“Solo alla fine quando mi ha mi ha nominato e mi ha dato la buona notizia! Sono onorato di essere stato selezionato dal Primo Ministro e nominato dal Governatore Generale per servire in Senato. Il Primo Ministro ha poi chiarito che si aspetta che io offra un contributo significativo ai lavori del Senato e che aiuti ad affrontare l’ampia gamma di sfide e opportunità che il Paese deve affrontare. Inoltre, lo stesso Primo Ministro ha sottolineato il fatto che sarò in grado di contribuire ai lavori del Senato in modo indipendente e non di parte, oltre a garantire l’integrità e la collaborazione al servizio del Parlamento e di tutti i canadesi”.

Quali progetti ritiene come prioritari in Senato?
“Vorrei che il mio contributo al Senato riflettesse ciò che ho fatto negli ultimi 35 anni, al servizio di tutte le comunità con integrità, onestà e duro lavoro con la nostra comunità Italiana sempre vicino al cuore!”.

Le sta bene questo concetto di senatore della comunità italo canadese?
“Benissimo. Sono molto fiero di essere Italo-Canadese. Non si devono mai dimenticare le proprie radici! E non vedo l’ora di servire la mia provincia, il mio Paese e la mia comunità in questa veste”.

Un messaggio per la comunità?
“Restiamo uniti! Siamo un popolo favoloso che ha dato un contributo enorme al Canada! Auguri! Continuiamo!”.

Loffreda ha alle spalle 35 anni di esperienza nel settore finanziario e bancario. Dopo essersi laureato alla Concordia University, nella sua carriera ha ricoperto numerose posizioni di prestigio, fino ad arrivare alla vice presidenza della Royal Bank of Canada Wealth Management.

Inoltre ha fatto parte di numerosi consigli d’amministrazione e commissioni, tra le quali il Concordia University Board of Governors, l’Integrated Health and Social Services University Network for West-Central Montréal, la Montréal International, la Fondation Communautaire Canadienne- Italienne e la Camera di Commercio Italiana in Canada e la commissione esecutiva della Camera di Commercio di Metropolitan Montréal. Pochi giorni fa, il “salto” a senatore. Per lui, un’enorme soddisfazione. “Grazie!” conclude il senatore.

More in Redazione