CorrCan Media Group

Il Ministero del Lavoro: “Tornate in classe”  

Il Ministero del Lavoro: “Tornate in classe”  

Il Ministero del Lavoro: “Tornate in classe”  

TORONTO – Alla fine hanno ceduto e sono tornati in classe. È durato solo un giorno il braccio di ferro di numerosi insegnanti e membri del personale non docente della Glamorgan Junior Public School di Scarborough che ieri, dopo un iniziale rifiuto, sono stati costretti dal Ministero del Lavoro a entrare nell’edificio scolastico dove è scoppiato un focolaio di Covid-19.

Un rifiuto, il loro, dettato dalla preoccupazione che la scuola – rimasta aperta – non fosse stata sanificata nel modo dovuto.

I contagi confermati sono attualmente 12, uno in più di lunedì: tre studenti e nove membri dello staff docente e non. Undici dei casi sono stati isolati in una sezione della scuola elementare situata al 51 Antrim Crescent, in prossimità di Kennedy Road e la 401. Gli studenti che rimarranno in isolamento per 14 giorni sono 58.

Già lunedì il personale della scuola aveva chiesto al preside Teri Molnar ed al Toronto District School Board di chiudere temporaneamente la scuola o di applicare misure di sicurezza aggiuntive, ma l’istituto è rimasto aperto tutto il giorno.

Dal momento che all’inizio della giornata scolastica parte del personale era decisa a non mettere piede nell’edificio, per supervisionare i circa 60 ragazzi è stato chiamato sta. di altre scuole.

«La cosa importante è che i genitori sappiano che gli studenti continuano a essere sorvegliati a scuola e sono tutti al sicuro», ha affermato il portavoce del Toronto District School Board (TDSB), Ryan Bird.

Gli sforzi del provveditorato pubblico, secondo Bird, sono volti ad “assicurarsi che il personale segua le linee guida e abbia tutto ciò di cui ha bisogno”. Di problemi al momento non ce ne sono dal momento che la scuola è stata dichiarata sicura dal Toronto Public Health che non vede la necessità di chiuderla.

«Se per una ragione qualsiasi avessimo ritenuto che entrare in quell’edificio non fosse sicuro, beh, è certo che sarebbe già chiuso», ha assicurato Ryan Bird.

E chiusa, invece, rimane sino all’11 novembre la Elder’s Mills Public School di Woodbridge, mentre con i 134 nuovi contagi riportati ieri dal sito del governo dell’Ontario – 82 studenti, 13 insegnanti e 39 membri del personale non docente – il totale dei casi nelle scuole della provincia raggiunge quota 2.360. 578 sono gli edifici scolastici dove è scoppiato un focolaio di coronavirus.

Non è stato specificato se si tratta di studenti o insegnanti ma due casi di Covid – uno per scuola – sono stati individuati nella St. Andrew Catholic Elementary  School e nel Notre Dame College School di Welland. I due contagiati sono in quarantena, hanno comunicato i direttori delle scuole allo staff e ai genitori dei ragazzi.

Intanto il Niagara Region Public Health sta contattando tutti gli studenti e il personale che ha avuto un contatto diretto con le persone infette. Questi due casi sono il secondo e il terzo confermati dal Niagara Catholic District School Board (NCDSB) negli ultimi cinque giorni. Lo scorso 29 ottobre, infatti, un contagio di coronavirus è stato individuato nella Lakeshore Catholic High School che si trova a Port Colborne.