CorrCan Media Group

Lacrime e fiori alla veglia per i sette bambini

Lacrime e fiori alla veglia per i sette bambini

TORONTO – Dopo lo shock e lo sgomento iniziale per la morte di sette bambini in un incendio che ha distrutto una casa di Halifax, la comunità si stringe attorno alla famiglia siriana colpita da questa immane tragedia.

Martedì sera oltre 100 persone si sono riunite davanti a quel che rimane della casa carbonizzata per piangere la perdita dei sette fratelli e per mostrare sostegno ai genitori addolorati e feriti – il padre versa in gravissime condizioni.

Tanti i mazzi di fiori, le candele, i peluche, ancor di più le lacrime nel freddo della sera mentre un pastore cristiano ha cercato di riunire tutta la comunità che sta partecipando al grande dolore della famiglia di profughi siriani.

Una famiglia che in Canada stava cominciando una nuova vita, una vita lontana dalla guerra, dalla paura, dagli stenti vissuti nel proprio paese. Ebraheim e Kawthar Barho hanno perso nel giro di pochi minuti tutti e sette i loro figli: Ahman di 14 anni, Rola, 12, Mohmad, 9, Ola, 8, Hala, 3, Rana, 2 e Abdullah nato lo scorso novembre.

Dalla Siria la famiglia era fuggita nel settembre del 2017 grazie alla sponsorizzazione di un gruppo di privati. «I prossimi giorni saranno di.cili, ma sarà durante le settimane e i mesi a venire che questa famiglia avrà più bisogno di noi», ha detto Josh Crawford che durante la veglia ha cantato “Amazing Grace”.

«Sono qui per quei bambini che hanno perso la vita – ha detto Fran Kirby – è un peccato per loro e per i genitori. Non riesco a immaginare come si possa trovare il coraggio di dire a un genitore che i suoi figli sono morti».

«Quando senti parlare di queste cose nei media, pensi che sono fatti che accadono molto lontano, ma oggi è successo così vicino ed è successo a una famiglia che viene dalla Siria, è solo un colpo devastante per tutto il quartiere, per tutta la nostra comunità che li aveva accolti», hanno aggiunto Iain McLaren e Kristen MacDiarmid.

La campagna di raccolta fondi per aiutare i coniugi Barho lanciata su GoFundMe da amici e dall’Imam Council of Halifax – “Halifax House Fire Tragedy” – ha già raccolto 217mila dollari grazie alle donazioni di oltre 4.400 persone.

L’imam Abdallah Yousri della Ummah Mosque and Community Centre di Halifax, ha detto che le condizioni di Ebraheim Barho continuano ad essere critiche.

Per quanto riguarda sua moglie Kawthar Barho, Yousri ha detto che è così sconvolta che parla pochissimo ma ripete in continuazione il nome del suo figlio più piccolo Abdullah di soli quattro mesi di vita.

I funerali dei bambini saranno celebrati quando i corpi delle piccole vittime saranno consegnate alla famiglia dal medico legale. Le indagini stanno proseguendo a ritmo serrato ma ancora non si conosce quale sia stata la causa del rogo.

More in Redazione