CorrCan Media Group

La telenovela della mappa del trasporto pubblico

La telenovela della mappa del trasporto pubblico

TORONTO – Alla vigilia della presentazione del bilancio, il Premier Doug Ford ha tenuto una conferenza stampa, circondato da una falange di MPP e ministri conservatori, sullo sfondo di un telone nero che celava la mappa del nuovo piano del trasporto pubblico di Toronto, svelata poi dal premier con l’aiuto del “gobbo”, il telesuggeritore che aiuta chi legge a non dire spropositi.

Una mappa imponente, come l’idea che Doug Ford ha di sé.

Il grandioso piano, frutto della fervida mente di Ford, stravolge i programmi, gli studi, le ricerche fatti dalla città di Toronto finora.

Costerà 28,5 miliardi dollari, di cui la Provincia ne pagherà 11,2, e prevede la costruzione di una linea leggera di 15 km dall’Ontario Science Centre fino a Ontario Place, carente ora di potenziali passeggeri, ma non improbabile futuro sito di un casinò, idea cara agli attuali inquilini al governo a Queen’s Park.

Il resto rimane vago.

In Canada le infrastrutture comunali come subway e LRT sono finanziate dai tre livelli di governo, e cioè, Comune, Provincia e Governo Federale. Il ministro federale delle Finanze Bill Morneau, dopo il clamoroso annuncio di Ford, ha detto che il governo federale non ne sapeva nulla, non era mai stato consultato.

Il sindaco di Toronto, all’oscuro dei dettagli, ha disertato l’annuncio. Il consiglio comunale a sua volta ha preso una posizione attendista in attesa di chiarimenti del programma, dimostrando perplessità per le centinaia di milioni spesi finora dalla città per i progetti elaborati nei decenni scorsi, oggetto di infinite discussioni, studi, ricerche e dibattiti.

Se, secondo Cicerone, la storia è maestra di vita, vedremo cosa sarà del magniloquente annuncio di Ford.

La storia passata di Toronto, per decenni, ha visto fiammate di entusiasmi raggelati da inevitabili fallimenti…

(il servizio completo è nell’edizione cartacea di oggi del Corriere Canadese: per abbonamenti, telefono 416 782-9222, e-mail info@corriere.com)

More in Redazione