CorrCan Media Group

La comunità sostiene lo Shining Through

La comunità sostiene lo Shining Through

TORONTO – “Fornire programmi eccellenti per migliorare la qualità della vita di chi vive con l’autismo”.

È racchiusa in questa frase la missione dello Shining Through Centre fondato nel 1999 da alcune famiglie, un periodo in cui i centri qualificati specializzati in terapie all’avanguardia per bambini con autismo erano carenti. Dopo quello di Woodbridge, sono stati aperti altre due centri a North York e a Mississauga.

Al gala annuale, giunto alla sua ventesima edizione, hanno partecipato oltre 1.300 persone. «Siamo sempre piacevolmente sorpresi dal sostegno che ci giunge ogni anno – ha detto il presidente Fred Santini che è uno dei fondatori del centro – ogni anno la gente è presente per sostenere una causa molto importante e dimostra di apprezzare il nostro lavoro.

Noi vogliamo anche far presente alla comunità l’esistenza di questo disturbo che è più comune di quanto si pensi». La serata – con cena, spettacolo, vendita all’asta, sorteggio di premi – è stata, come sempre, un successo.

Questa volta però era presente anche la volontà di inviare un messaggio forte e chiaro al governo dell’Ontario: i bambini autistici hanno bisogno di centri con personale specializzato nella cura della malattia.

«Le terapie disponibili allo Shining Through sono importantissime – aggiunge Santini – i bambini riescono a diventare maggiormente autonomi, andare a scuola, fare anche un lavoro non troppo impegnativo. I genitori si trovano in grande difficoltà se non possono contare su centri come questo».

Il governo dell’Ontario ha recentemente revisionato il suo programma di intervento sull’autismo decidendo di assegnare un sussidio direttamente alle famiglie fino a quando i loro figli compiranno 18 anni.

Ma secondo Santini il problema sta nella somma di denaro che non sarà sufficiente ai genitori per questi programmi: «Per i bambini di oltre sei anni di età il governo, darà ai genitori 5mila dollari all’anno, 55mila complessivamente fino al compimento dei 18 anni – dice Fred Santini – una famiglia media non 5mila dollari non può fare niente. Basti pensare che il programma a mezza giornata costa 37mila dollari all’anno».

Il gala, che ha avuto lo scopo di raccogliere fondi per lo Shining Through Centre, è servito anche Tcome incoraggiamento, per tirare su il morale delle famiglie con bambini autistici assicurando loro che non sono sole nell’a²rontare un disturbo che nel mondo interessa oltre 60 milioni di persone.

Presente al gala anche il sindaco di Vaughan Maurizio Bevilacqua che ha consegnato, a nome del suo consiglio comunale, un assegno di 10mila dollari.

È di ieri la notizia che i dirigenti scolastici dell’Ontario stanno chiedendo al governo provinciale di posticipare i cambiamenti al suo programma per l’autismo, preoccupati dall’eventualità che la revisione porti i bambini con esigenze complesse nelle aule a tempo pieno senza supporti adeguati.

I disturbi dello spettro autistico, come vengono anche chiamati, sono un gruppo complesso di disturbi dello sviluppo cerebrale, caratterizzati da di.coltà nell’interazione e nella comunicazione sociale e da interessi e attività limitati e ripetitivi.

Poter far usufruire i propri figli dei programmi messi a punto proprio per loro è di fondamentale importanza per il loro futuro. Cure, inclusione e una rete di sostegno sono la ricetta vincente.

More in Redazione