CorrCan Media Group

In Ontario 39 nuovi casi, 14 dei quali a Toronto

In Ontario 39 nuovi casi, 14 dei quali a Toronto

In Ontario 39 nuovi casi, 14 dei quali a Toronto

TORONTO – L’Ontario ha segnalato ieri 39 nuovi casi di contagio da coronavirus Covid-19, portando il totale nella provincia a 142. Si è trattato del più grande picco registrato in un solo giorno, dall’inizio dell’epidemia.

La maggior parte dei nuovi casi sono relativi a residenti nel sud dell’Ontario, con 14 a Toronto, cinque nella regione di Peel, tre nella regione di York, tre a Hamilton, due a Durham, due a Waterloo ed uno a Niagara.

Cinque casi di positività al coronavirus sono stati segnalati anche nella capitale Ottawa, due a Simcoe-Muskoka ed uno nell’area di Kawartha.

Secondo le autorità sanitarie provinciali, altri 1.316 casi sono tuttora sotto scrutinio medico, mentre 7.004 test-tampone sono risultati negativi.

Ieri il Canada ha dunque visto il maggior picco di contagi in una sola giornata che porta a 310 il numero complessivo di contagi in tutto il Paese. Oltre all’Ontario, la British Columbia ha fatto registrare il maggior numero di casi con 73, l’Alberta 39 ed il Quebec 35.

Le persone che secondo gli esperti risultano essere più a rischio di contagio da Covid-19 sono i più anziani e quelle affette da gravi patologie croniche o pre-esistenti come malattie cardiache, polmonari o renali.

Per evitare che il coronavirus si diffonda, sempre gli esperti raccomandano frequenti lavaggi delle mani (per almeno 20 secondi ciascuno, ndr) e di tossire o sternutire nel gomito.

Un numero sempre crescente di persone in Ontario vuole sapere se sono infettate o meno dal nuovo coronavirus. Le misure di screening di prima linea per il Covid-19, tra cui Telehealth Ontario, stanno assistendo ad un picco di persone che chiedono informazioni sui sintomi provocati dal coronavirus e vogliono sapere se hanno diritto a un test di laboratorio per il Covid-19.

Telehealth Ontario – servizio provinciale che permette alle persone di chiamare e parlare con personale medico, circa la loro salute – è inondato di chiamate, con alcune persone che segnalano un’attesa maggiore alle 12 ore di attesa per una risposta.

L’Associazione dei medici dell’Ontario ha chiesto ieri che le cure non essenziali e le operazioni chirurgiche non urgenti vengano temporaneamente sospese, per non aggravare ulteriormente il sistema ospedaliero della provincia, già sotto pressione per la pandemia di Covid-19.

L’e-mail inviata dall’associazione chiedeva inoltre ai medici di astenersi dai viaggi al di fuori del Canada. Proprio nella giornata di ieri, tre canadesi sono risultati positivi al test sul coronavirus, mentre si trovavano a Cuba. Il governo di Ottawa aveva chiesto ai canadesi – proprio alla vigilia del March Break – di non recarsi all’estero ed a quelli che già lo erano di rientrare al più presto in Canada.