CorrCan Media Group

Il Covid corre, 31 contagi in tre ospedali

Il Covid corre, 31 contagi in tre ospedali

Il Covid corre, 31 contagi in tre ospedali

TORONTO – Il Covid corre. Case di cura a lungo termine, scuole di ogni ordine e grado ed ora anche ospedali. Un terzo focolaio di Covid-19 è scoppiato ieri al Centre for Addiction and Mental Health (Camh). Sono due i pazienti risultati positivi al virus.

Il giorno prima a dichiarare la presenza di numerosi contagi sono stati il Toronto Western Hospital e il St. Joseph’s Health Centre.

Il Centre for Addiction and Mental Health, che si trova al 1001 Queen St .W. di Toronto, è un ospedale universitario psichiatrico che conta altre dieci strutture in tutta la provincia dell’Ontario. La direzione dell’ospedale ha assicurato di aver implementato procedure standard di prevenzione e controllo delle infezioni per le epidemie respiratorie, inclusa la chiusura del reparto addetto ai ricoveri e ai trasferimenti.

“Continuiamo a rimanere vigili con linee guida e procedure atte a mantenere il personale e i pazienti al sicuro e stiamo lavorando con i nostri partner del Toronto Public Health per la segnalazione, la sorveglianza e il controllo delle infezioni”, si legge in un comunicato diramato dal Camh.

E misure per contenere il dilagare dell’epidemia sono state prese anche al Toronto Western dove domenica sono stati registrati almeno nove contagi nei reparti 8A e 8B: tre pazienti e sei membri dello staff.

«Uno dei due reparti che annoverano contagi si prende cura dei pazienti a.etti dal virus, ma queste infezioni, con tutta probabilità, si sono sviluppate in ospedale – ha detto il portavoce dell’University Health Network Gillian Howard – l’ospedale ha già provveduto a effettuare i tamponi al personale e ai pazienti in entrambi i reparti».

Non è nuovo a focolai di Covid il Toronto Western, che si trova vicino a Bathurst e Dundas Streets: diversi altri focolai di coronavirus sono scoppiati in primavera, il primo risale al 18 aprile.

E alle prese con il dilagare dei contagi di coronavirus è anche il St. Joseph Health Centre di Toronto: qui i reparti con persone contagiate sono ben quattro. Il portavoce di Unity Health, Robyn Cox, ha confermato la presenza nella struttura di 20 casi. Nel reparto dell’ospedale riservato alle infezioni di Covid-19 si trovano ricoverati 16 pazienti, sette dei quali hanno contratto il virus in ospedale così come anche 13 membri del personale. L’epidemia è scoppiata precisamente nei reparti 2L, 2E, 3M e 4E tra il 3 ottobre e il 16 ottobre.

L’ospedale, ha dichiarato Cox, non accetta nuovi ricoveri nei reparti dove sono presenti i focolai di Covid-19 e sta “intensificando ulteriormente le procedure di pulizia e controllo delle infezioni”.

Sabato, il St. Joseph’s Health Centre ha anche rivisto le linee guida per le visite ai pazienti: sono consentite solo due visite a settimana ad alcuni operatori sanitari essenziali “designatie alcune eccezioni verranno fatte per le donne in travaglio, i pazienti oncologici che ricevono cure palliative e i bambini nel reparto pediatrico.

«Queste sono misure di cautela al fine di garantire ai pazienti e ai visitatori la maggiore sicurezza possibile», ha detto Cox.