CorrCan Media Group

Gli studenti arrestati salgono a sette

Gli studenti arrestati salgono a sette

TORONTO – La polizia ha contestato nuove accuse nell’ambito di un’indagine sulle violenze sessuali avvenute alla St. Michael’s College School di Toronto che ha portato all’arresto di sette studenti.

L’ispettore Domenic Sinopoli durante una conferenza stampa organizzata per fare il punto della situazione ha detto che cinque adolescenti – quattro dei quali sono stati precedentemente accusati in un caso separato – sono stati arrestati per una presunta violenza sessuale nella prestigiosa scuola privata di soli ragazzi.

Due dei ragazzi accusati in precedenza sono anche accusati di violenza e violenza con un’arma in relazione a un terzo incidente.

Sinopoli ha detto che la seconda presunta violenza sessuale è avvenuta in uno spogliatoio della scuola il 17 ottobre ed è stata “simile” al primo caso ma ha coinvolto una vittima diversa.

L’ispettore ha detto che la polizia crede che di questo caso possa esserci anche un video. «La polizia crede che l’incidente del 17 ottobre possa essere stato anche filmato e postato online ma gli investigatori non sono in possesso di quel video», ha detto l’ispettore della polizia di Toronto. Le indagini hanno avuto come oggetto otto presunti episodi avvenuti nell’autunno di quest’anno ma solo in tre di questi sono state contestate accuse penali.

«Non abbiamo alcuna prova o denuncia che ci porti a credere che questo tipo di comportamento si estenda al di fuori di questo anno scolastico o coinvolga qualcuno al di fuori di questo piccolo gruppo di studenti – ha detto l’ispettore Sinopoli della squadra specializzata in crimini sessuali – la nostra ricerca su questi casi e sui nostri rapporti passati con la St. Michael non ha suggerito alcuna tendenza che indurrebbe qualcuno a credere che questo sia un problema sistematico e in corso». È escluso quindi, secondo Sinopoli, che il problema emerso di recente sia stato presente nella scuola di élite anche nei decenni passati.

Nessuna accusa verrà mossa contro il preside della scuola Greg Reeves o gli allenatori della squadra di football dal momento che non ci sono prove che suggeriscano che questi fossero a conoscenza di quanto accaduto. La polizia dopo aver ascoltato oltre 60 testimonianze ha chiuso le indagini sui rimanenti cinque incidenti.

Lo scandalo sulle violenza sessuali di gruppo perpetrate nella scuola hanno attirato l’attenzione pubblica sulla scuola che si trova vicino Bathurst Street e St. Clair Avenue West e hanno portato alle dimissioni del presidente padre Jefferson Thompson e del preside Reeves. Da allora, St. Michael’s ha creato un gruppo di esperti per “il rispetto e la cultura” ed ha istituito una “tip line” per dare l’opportunità agli studenti di segnalare eventuali preoccupazioni o accuse. La scuola ha anche cancellato le stagioni della squadra di calcio junior e varsity per l’anno accademico 2019-2020 così come la stagione di basket varsity 2018-2019.

In una dichiarazione rilasciata al termine della conferenza stampa della polizia, il presidente ad interim della St. Michael’s College School padre Andrew Leung ha dichiarato che le nuove accuse sono un “passo necessario” in quanto la scuola vuole conoscere “la verità sui terribili incidenti accaduti in uno dei nostri team”.

“Siamo grati al servizio di polizia di Toronto per aver identificato i sospettati e aver concluso le indagini. Ci impegniamo a capire perché questo è successo, che cosa lo ha generato e a mettere in atto misure per garantire che non accada di nuovo”, ha scitto padre Andrew Leung.

More in Redazione