CorrCan Media Group

Gli italocanadesi tengono a galla Justin Trudeau

Gli italocanadesi tengono a galla Justin Trudeau

TORONTO – Gli elettori italocanadesi hanno tenuto a galla il Partito Liberale. Ma è una fiducia condizionata verso Justin Trudeau, lontana anni luce dall’entusiasmo che aveva regalato al leader grit un governo di maggioranza quattro anni fa.

In ogni caso, l’analisi geografica di queste elezioni 2019 dà un quadro ben preciso delle dinamiche politiche che hanno caratterizzato l’appuntamento alle urne: i liberali hanno tenuto, con la conferma dei loro parlamentari uscenti, in tutti i distretti dove è alta la concentrazione dell’elettorato di origine italiana.

Viceversa, il partito di Trudeau ha subito un tracollo elettorale nelle aree del Paese dove gli italocanadesi sono meno presenti.

La conferma viene dal confronto dei dati del voto di lunedì con quelli della consultazione elettorale del 2015.

I grit sono passati da 184 seggi a 157. Le perdite più consistenti si sono registrate in British Columbia e province Atlantiche (-6 deputati in entrambe le regioni), in Alberta la presenza del partito è stata azzerata (nel 2015 erano stati eletti 4 liberali), mentre nelle Praterie (Saskatchewan e Manitoba) è arrivato il dimezzamento, da 8 a 4 eletti. Altri 5 seggi sono stati bruciati nelle aree rurali del Quebec.

In Ontario la conferma di 79 deputati su 80 ha garantito la vittoria – seppur monca, visto che il partito non ha la maggioranza assoluta – in questa tornata elettorale.

Nei 33 distretti ad alta densità italiana (dove risiedono almeno 10mila italocanadesi) il Partito Liberale ha visto addirittura aumentata la rappresentanza parlamentare, passando da 24 a 25 eletti.

E se anche i conservatori hanno registrato un deputato in più (da 5 a 6), il grande sconfitto è l’Ndp, che ha perso la metà dei 4 collegi che aveva in mano dal 2015: nel distetto di Windsor-Tecumseh il liberale Irek Kusmierczyk ha sconfitto l’ndippina Cheryl Hardcastle, mentre nella circoscrizione di Essex è stato il tory Chris Lewis a strappare il seggio alla neodemocratica Tracey Ramse.

Nell’edizione cartacea del Corriere Canadese di oggi, il voto nei distretti ad alta densità italiana e gli eletti distretto per distretto

More in Redazione