CorrCan Media Group

Ford cancella i fondi per tre campus

Ford cancella i fondi per tre campus

TORONTO – Avevano appena assaporato la gioia della vittoria quando si sono visti arrivare una tegola tra capo e collo i sindaci neoeletti Patrick Brown, Gordon Krantz e Frank Scarpitti.

Un giorno dopo le elezioni comunali il premier dell’Ontario Doug Ford ha annunciato che cancellerà più di $300 milioni di finanziamento per le espansioni programmate dei campus delle università e dei college a Brampton, Milton e Markham, citando un deficit del bilancio provinciale di molti miliardi di dollari.

“Tramite la commissione di inchiesta indipendente del nostro governo, ora sappiamo che l’Ontario affronta un deficit di 15 miliardi di dollari, circa due volte e mezzo la stima fornita dalla precedente amministrazione – recita la dichiarazione rilasciata dal ministro della Formazione, college e università Merrilee Fullerton – di conseguenza, il Ministero non è più in grado di finanziare questi progetti, viste le nuove restrizioni fiscali della provincia”.

Una decisione, questa, che secondo Fullerton “aiuterà a rendere il governo più efficace ed efficiente”. Di certo è una decisione che ha tagliato le gambe alle speranze di chi nella nascita di altri edifici universitari ci credeva. La York University, in collaborazione con il Seneca College, avrebbe dovuto aprire un campus a Markham, a Milton, l’università Wilfrid Laurier in collaborazione con il Conestoga College aveva in programma la creazione di un campus. Infine, la Ryerson University, in concorso con lo Sheridan College, avrebbe dovuto costruire un campus a Brampton.

La portavoce di Fullerton Stephanie Rea ha dichiarato a Global News che 125 milioni di dollari erano stati assegnati alla York, 90 milioni di dollari alla Wilfrid Laurier e 90 milioni di dollari per il Ryerson. Rea non ha mancato di puntare il dito contro il governo liberale reo di aver “approvato i progetti nascondendo alla gente i costi”.

“Durante l’anno precedente alle elezioni hanno fatto promesse vuote ai residenti dell’Ontario per programmi e progetti che sapevano di non potersi permettere portando il deficit a 15 miliardi di dollari”, ha affermato Rea. L’annuncio del taglio a college e università ha fatto infuriare la leader dell’Ndp Andrea Horwath che ha giudicato questa scelta del governo Ford “devastante e vergognosa”.

“La decisione di Doug Ford di strappare opportunità a migliaia di studenti è insensibile ed è un duro colpo per la creazione di posti di lavoro e per l’attività economica… Gli studenti hanno bisogno di maggiori opportunità per costruire nel modo migliore la loro vita qui in Ontario, non di meno – ha detto la Horwath – non si tratta solo uno spreco di tempo e denaro già investito ma di uno spreco della preziosa opportunità che abbiamo di espandere la capacità dell’Ontario nel campo della ricerca e dell’innovazione”.

Il sindaco di Markham Frank Scarpitti ha espresso .profonda delusione” per i tagli. “Con questa decisione, la regione di York rimane l’unica giurisdizione in Nord America con più di un milione di persone che non hanno un’università”, ha detto Scarpitti.

A Brampton, il sindaco Patrick Brown ha invitato i deputati provinciali del Progressive Conservative a parlare con il ministro della decisione. “Il campus satellite precedentemente finanziato era il minimo indispensabile che la provincia poteva fare per fornire aiuto e opportunità ai giovani a Brampton. L’annullamento dell’investimento nell’istruzione post secondaria è molto deludente – ha detto il sindaco Patrick Brown – credo che Brampton meriti una vera università completa, non solo un piccolo campus satellite. Questo è un passo indietro verso ciò che la città di Brampton merita”.

More in Redazione