CorrCan Media Group

Elezioni suppletive, prove generali in vista del voto

Elezioni suppletive, prove generali in vista del voto

TORONTO – Una prova generale in vista del voto federale di ottobre.

È questa la posta in gioco delle quattro byelections la cui data dovrà essere annunciata nei prossimi giorni dal primo ministro Justin Trudeau.

Ai tre distretti interessati alle elezioni suppletive se ne è aggiunto infatti un quarto, quello di Nanaimo-Ladysmith, dove la parlamentare in carica Sheila Malcolmson ha rassegnato le proprie dimissioni dopo aver deciso di accettare la candidatura a livello provinciale per andare in soccorso al traballante governo guidato dal premier John Horgan.

L’ufficio del primo ministro ha confermato che la data delle elezioni suppletive verrà ufficializzata entro breve tempo. Anche perché – è opportuno ricordare – nei mesi scorsi è stata apportata una modifica alla legge elettorale canadese che di fatto impedisce al primo ministro di indire byelctions nove mesi prima delle elezioni federali.

In sostanza, Trudeau avrà tempo fino al 20 gennaio per indicare la data delle suppletive, che a questo punto si terranno certamente in febbraio. Dopo il 21 gennaio, in caso di dimissioni di un deputato, il seggio in questione rimarrà vacante fino al voto di ottobre.

Gli altri distretti in ballo sono quello di Burnaby South, dove si è candidato il leader dell’Ndp Jagmeet Singh, la circoscrizione di York-Simcoe (dopo le dimissioni annunciate dall’ex ministro Peter Van Loan, e quella di Outremont, dopo il passo indietro dell’ex leader neodemocratico Tom Mulcair.

Le suppletive saranno l’occasione concessa ai partiti per tastare il polso dell’elettorato canadese prima delle elezioni federali del prossimo autunno.

More in Redazione