CorrCan Media Group

Diecimila persone al parco sfidano la legge

Diecimila persone al parco sfidano la legge

Diecimila persone al parco sfidano la legge

TORONTO – In mancanza di buonsenso e responsabilità dei cittadini, ieri al Trinity Bellwoods Park sono stati presenti poliziotti e bylaw officers.

Sono state uno shock le immagini di circa 10mila persone stipate sabato nello spazio verde di Toronto in una giornata prettamente estiva mentre i casi di Covid-19 stanno di nuovo tornando a salire in Ontario ed a Toronto in particolare.

Grandi gruppi di persone sono stati avvistati in tutto il parco nonostante le regole di allontanamento fisico e il divieto della provincia a riunioni di più di cinque persone.

Ieri, un grande numero di poliziotti si sono aggirati fin dal mattino nel parco per impedire il ripetersi di quanto accaduto il giorno precedente.

Una situazione, quella di sabato, che ha lasciato senza parole il sindaco John Tory che continua a ripetere al pari di un disco rotto l’estrema importanza di mantenere due metri di distanza l’uno l’altro e di usare le mascherine.

Tory ha detto che mentre la città non vuole creare uno “stato di polizia”, gli agenti saranno presenti nel parco per multare chi contravviene all’ordine di emergenza della provincia.

«Verso sera ho visitato il parco per avere un’idea della situazione ed ho visto una folla completamente incurante rispetto a ciò che abbiamo detto che la gente dovrebbe fare… le persone erano sedute in grandi gruppi molto vicine tra loro – ha detto – c’era un sacco di spazio nel parco ma la maggior parte dei presenti ha deciso di riunirsi in una sezione specifica del parco».

Il sindaco ha detto di aver visto che gli individui violano non solo l’ordine di emergenza della provincia ma anche la legge locale che impone alle persone di famiglie diverse di rimanere a sei metri di distanza nei parchi pubblici. Disposizioni, queste, messe in atto per rallentare la diffusione del virus, che finora ha causato la morte di oltre 2mila persone in Ontario.

«Sono rimasto sbalordito dalla totale mancanza di senso di responsabilità personale» ha detto Tory aggiungendo che prenderà in considerazione la possibilità di chiudere definitivamente il parco al pubblico se questo tipo di comportamento continua.

«Le persone in altri parchi della città sembrano seguire le linee guida sull’allontanamento fisico, ma per qualche ragione, al Trinity Bellwoods Park hanno deciso di beffare la legge – ha aggiunto Tory – non si rendono conto che facendo ciò che hanno fatto sabato, corrono il rischio reale di prolungare l’intera faccenda o di costringerci a chiudere di nuovo la città».

Anche il medical officer of health di Toronto, Eillen de Villa, ha avvertito che questo comportamento “egoista” e “pericoloso” può riportare la città alle misure più rigide di qualche settimana fa. Ieri parlando a Queen’s Park, il Premier Doug Ford ha a”ermato che la folla al Trinity Bellwoods Park era così ammassata che sembrava stesse assistendo a un “concerto rock”.

«Sono rimasto assolutamente scioccato – ha detto il premier – capisco che era una bella giornata… proprio per permettere alla gente di poter uscire e godersi il tempo abbiamo aperto i parchi ma non possiamo permetterci che accada quello che abbiamo visto al Trinity Bellwoods Park, troppe persone e troppo vicine tra di loro».

Intanto il Covid-19 sta seminando morte in tutto il mondo. Secondo Tory per riuscire a debellare questo terribile virus occorre essere uniti: «Siamo in una nuova era. Dobbiamo eliminare questo virus e questo implica che tutti lo capiscano e si comportino di conseguenza – ha concluso Tory – non c’è da festeggiare. Si tratta di una questione di vita o di morte».