CorrCan Media Group

De Bartolo si dimette, presto la byelection

De Bartolo si dimette, presto la byelection

TORONTO – Una elezione suppletiva è stata indetta dallo York Region Distric School Board (YRDSB) dopo le dimissioni a sorpresa della trustee Anna De Bartolo.

La trustee, che ha rappresentato i ward 1 e 2 di Vaughan per 15 anni, in una lettera inviata al direttore Sirisko e alla chair McBain, ha scritto di aver preso la decisione “per motivi personali” e che le sue dimissioni hanno “effetto immediato”.

In seguito alla decisione, giunta tra capo e collo, i trustee dello YRDSB lo scorso giovedì si sono riuniti in tutta fretta e hanno deciso di indire una byelection anzichè nominare un sostituto.

L’elezione, che sarà organizzata dal comune di Vaughan e che verrà a costare 177mila dollari, potrebbe avere luogo tra il 29 marzo e il 26 aprile.

«I fiduciari hanno considerato attentamente le opzioni e deciso che una elezione suppletiva darà ai residenti di Vaughan il modo di scegliere democraticamente il loro rappresentante», ha detto la chair Corrie McBain.

La dichiarazione della chair non è affatto servita a placare gli animi. La polemica è stata servita su un piatto d’argento.

Lo “spreco” di tanto denaro per una elezione suppletiva non necessaria, non va giù a molte persone.

«I fiduciari hanno votato per spendere $175mila per una byelection appena tre mesi dopo le elezioni municipali. Sono disgustato da questo sfacciato spreco di denaro dei contribuenti », è stato lo sfogo del genitore Todd Silverman.

La decisione del provveditorato pubblico di York non convince: allo sperpero di denaro dei contribuenti si aggiunge la sensazione che in realtà si stia tentando di evitare di rimpiazzare la De Bartolo con la candidata a trustee giunta seconda alle elezioni di ottobre.

Charline Grant è infatti una agguerrita mamma di due studenti che in passato ha portato all’attenzione pubblica le magagne del Board di York. Una persona quindi per molti versi scomoda: “Lo YRDSB è ancora una volta lo standard della confusione e inettitudine degli u.ci pubblici.

L’ex chair si dimette improvvisamente un mese dopo aver giurato e i fiduciari votano per cambiare la prassi precedente che è la nomina dell’aspirante trustee giunto secondo alle ultime elezioni – si legge in un tweet postato dal presidente dell’Automotive Parts Manufacturers Association Flavio Volpe – perché? Perché è la mamma che nel 2017 ha esposto pubblicamente il bigottismo istituzionale del provveditorato”. La Grant è pronta a scendere in campo di nuovo.

“Se ci sarà una byelection sicuramente mi candiderò di nuovo – ha affermato – considerando tutte le altre cose che il consiglio di amministrazione deve a.rontare, tanto più veloce si trova la soluzione a questa situazione, tanto meglio è per il provveditorato”.

Charline Grant è la mamma che ha condotto una vera battaglia all’interno dello YRDSB per alcuni episodi di razzismo nei quali è stato coinvolto suo figlio e che è stata insultata dalla ex trustee Nancy Elgie con la parola “n…”.

Ma i problemi nel provveditorato di York, che è stato tacciato anche di islamofobia e di spese esorbitanti per frequenti viaggi all’estero di trustee e dell’allora direttore all’Istruzione Parrapally, non sono finiti.

More in Redazione