CorrCan Media Group

Contrasto del Covid: forcing su sanità e piano economico

Contrasto del Covid: forcing su sanità e piano economico

Contrasto del Covid: forcing su sanità e piano economico

TORONTO – La lotta alla pandemia di Covid-19 rappresenta un bivio generazionale per l’intero Canada: per questo il governo è pronto a fare tutto il possibile per attenuarne l’impatto sanitario ed economico.

È questo il messaggio lanciato ieri da Justin Trudeau con il Discorso dal Trono, illustrato dalla governatrice generale Julie Payette.

Il primo ministro, nel suo nuovo piano di governo per questa fase della legislatura, ha ribadito che la priorità principale dell’esecutivo è quella di tutelare la salute dei canadesi.

Illustrando i vari provvedimenti assunti dall’esecutivo nella prima ondata della pandemia, il primo ministro nel discorso letto dalla governatrice generale ha ribadito la necessità di non abbassare la guardia, perché la sfida lanciata dal Covid non ha precedenti nella storia del nostro Paese.

Allo stesso tempo, Trudeau si impegna a nuovi stanziamenti a favore delle Province per il settore sanitario. Il governo attiverà un equipe federale per il rafforzamento dei test e del tracciamento dello sviluppo del contagio.

Il secondo importante pilastro di questa road map di governo durante l’emergenza è quello che passa per il sostegno delle famiglie, dei lavoratori e delle imprese canadesi. Assecondando le richieste avanzate dal leader dell’Ndp Jagmeet Singh, Trudeau ha promesso la creazione del Canada Recovery Benefit che provvisoriamente andrà a sostituire il CERB, il programma che ha garantito i 2mila dollari mensili per quei lavoratori rimasti senza occupazione a causa della pandemia.

Allo stesso tempo, il programma di sussidi alle aziende con le quali il governo paga il 75 per cento degli stipendi dei dipendenti verrà esteso ben oltre il 2020, almeno fino alla prossima estate.

Ma il governo, ha enunciato la governatrice generale, ha di deciso anche di passare a una fase proattiva sul fronte economico e non solo di sostegno. Il primo ministro è intenzionato a lanciare una serie di iniziative volte al rilancio occupazionale in tutte le province e territori del Paese: Trudeau ha promesso la creazione di un milione di posti di lavoro attraverso pesanti investimenti nelle infrastrutture e in altri settori in cui ci sarà l’intervento statale diretto.

Nel Discorso dal Trono è stato poi toccato lo spinoso tema delle case di cura a lunga degenza, che nella prima ondata della pandemia di Covid hanno messo in luce lacune e inadempienze, con oltre l’80 per cento delle vittime totali del coronavirus. Il primo ministro ha quindi promesso la creazione di uno standard nazionale per tutte le strutture, pubbliche e private: su questo ci sarà la collaborazione tra Ottawa e le singole amministrazioni provinciali.

Il Canada continuerà a cooperare con le altre Nazioni e le organizzazioni internazionali per la ricerca e lo sviluppo del vaccino.

Trudeau, infine, ha promesso la creazione di un sistema di childcare nazionale, maggiori investimenti per l’ambiente e la lotta sistematica a razzismo e discriminazione.

Leggete la versione ufficiale e integrale del Discorso dal Trono, cliccando qui: Speech from the Throne – il testo

Per vedere il video, cliccate qui: Speech from the Throne – il video