CorrCan Media Group

Case di cura, il governo Ford a caccia di “PSW”

Case di cura, il governo Ford a caccia di “PSW”

Case di cura, il governo Ford a caccia di “PSW”

TORONTO – A piccoli passi, senza fretta. Sembra muoversi così il governo dell’Ontario quando si tratta di apportare i tanto necessari cambiamenti al sistema dell’assistenza a lunga degenza.

Dopo aver annunciato l’aumento a 4.1 delle ore di assistenza quotidiana per ciascun residente delle case di cura a lunga degenza – cambiamento che entrerà a pieno regime solo nel 2024-2025 – ieri il governo ha lanciato l’Ontario Workforce Reserve for Senior Support, procedura il cui scopo è reclutare operatori di supporto personale (PSW).

Ma la mancanza di personale nelle case di cura è solo uno dei numerosi problemi presenti in queste strutture che è stato messo in luce in modo spietato dai militari nel loro rapporto. Questa volta, nero su bianco, sono state portate allo scoperto le magagne di queste strutture.

Adesso il governo Ford è alla ricerca, come recita il comunicato stampa postato sul suo sito, “di individui interessati a nuove opportunità, in particolare coloro che sono disoccupati o lavoravano nei settori della vendita al dettaglio e dell’ospitalità o occupavano ruoli amministrativi, nonché studenti in programmi di istruzione, per rientrare nel mondo del lavoro e fare la differenza aiutando gli anziani che vivono in case di cura a lunga degenza”.

«Il Covid-19 ha amplificato le persistenti sfide del personale nel settore dell’assistenza a lungo termine, evidenziando la necessità di un’azione immediata – ha a.ermato il dottor Merrilee Fullerton, ministro del Long Term Care – incoraggio coloro che sono alla ricerca di nuove opportunità o coloro che sono stati licenziati durante la pandemia a considerare di lavorare in una casa di cura a lunga degenza. Questo non sarà solo un lavoro soddisfacente dal punto di vista personale, ma aiuterà il nostro personale in prima linea e migliorerà notevolmente il qualità della vita per i nostri anziani».

L’Ontario Workforce Reserve for Senior Support è un programma incentrato sul reclutamento, la formazione e il dispiegamento di individui come Resident Support Aides (RSA) per lavorare nelle case di cura durante la pandemia di Covid-19.

«Questi RSA assisteranno i residenti con le attività quotidiane, inclusa l’assistenza durante i pasti e gli spuntini o con il coordinamento delle visite – ha affermato la Fullerton – il nuovo personale sarà impiegato nelle aree più bisognose come Ottawa, Peel e Toronto».

Gli individui interessati sono incoraggiati a creare un profilo sull’Ontario Matching Portal, dove saranno selezionati, formati e abbinati a una casa di cura a lungo termine che richiede supporto. Per garantire un training adeguato, ai candidati verrà chiesto di completare moduli online incentrati sulla prevenzione e il controllo delle infezioni e sui dispositivi di protezione individuale.

Teoricamente l’iniziativa non fa una piega, praticamente invece nel budget 2020 presentato la scorsa settimana a Queen’s Park, il governo mette a disposizione solo 112 milioni di dollari aggiuntivi per l’assunzione di psw e infermieri.

Nel frattempo, il numero delle case di cura nelle quali è scoppiato un focolaio di Covid sono 96, gli anziani morti a causa del virus 2.005. Se non si corre ai ripari in tempi brevi questo numero non può che aumentare.