CorrCan Media Group

Case di cura, arriva il dossier degli orrori

Case di cura, arriva il dossier degli orrori

Case di cura, arriva il dossier degli orrori

TORONTO – Scarafaggi, mosche e cibo marcio, i residenti lasciati nei pannolini sporchi, richieste di aiuto che rimangono inascoltate per lunghi periodi di tempo, uso improprio dei dispositivi di protezione individuale (DPI). E non solo. In una casa di cura di Etobicoke – dove ci sono stati decine di decessi – gli anziani positivi al Covid-19 condividevano la stessa camera con quelli che non erano contagiati. È quanto contenuto nel rapporto del personale delle Canadian Armed Forces (Caf) inviato a dare man forte nelle case di cura a lunga degenza in Ontario che ha denunciato “condizioni scioccanti”, cure “irrispettose se non abusive” e tanto altro. «Il rapporto delle forze armate canadesi su cinque case di cura a lungo termine è estremamente preoccupante. Il nostro governo prenderà provvedimenti immediati per indagare sulle preoccupazioni sollevate dalle forze armate canadesi al fine di garantire la sicurezza dei nostri residenti in queste cinque cure a lungo termine case e nelle case in tutta la provincia – ha detto il premier Ford – questo è il peggior rapporto che io abbia letto in tutta la mia vita». A¥ancato dal ministro della Salute Christine Elliotte e da Merrilee Fullerton, ministro del LongTerm Care e dal ministro delle Finanze Rod Phillips Ford si è detto allarmato ed ha chiesto al governo federale e alle forze armate canadesi di prolungare la loro attuale missione per almeno altri 30 giorni. Nel rapporto condiviso con i funzionari provinciali e reso pubblico martedì, il generale di brigata C.J.J. Mialkowski ha sistematicamente dettagliato i problemi identificati nelle case, tra cui Orchard Villa a Pickering, Altamount Care Community a Scarborough, Eatonville Care Center a Etobicoke, Hawthorne Place a North York e Holland Christian Homes’ Grace Manor a Brampton. «Grazie alle donne e agli uomini coraggiosi delle nostre forze armate canadesi che hanno aiutato immensamente a stabilizzare le nostre case di cura a lungo termine più colpite – ha dichiarato Merrilee Fullerton – stiamo continuando ad agire per garantire che le persone più vulnerabili che vivono nelle nostre strutture ricevano cure di qualità». Il governo ha già avviato un’indagine basata sul rapporto delle forze armate canadesi. Fino ad oggi, una morte è stata deferita all’U¥cio del Capo Coroner per le indagini. «Oltre alle continue ispezioni periodiche, il dipartimento delle ispezioni del Ministero delle cure a lungo termine esaminerà immediatamente gli incidenti critici specifici citati nel rapporto», ha assicurato la Fullerton. Il premier Doug Ford ha aªermato di aver avuto un colloquio sulla preoccupante situazione con il primo ministro Trudeau, che durante la sua conferenza stampa di ieri, ha definito “estremamente preoccupanti” le osservazioni contenute nel rapporto dei militari delle Canadian Armed Forces. «Ho provato rabbia, tristezza, frustrazione e dolore nel leggere il rapporto. È stato profondamente inquietante ed estremamente preoccupante… dobbiamo fare di meglio per proteggere i nostri anziani nelle residenze di cura a lunga degenza». In Ontario ci sono 626 case di cura, il lavoro da fare è enorme. «Stamattina ho parlato con il premier Ford per assicurargli, come è ovvio, tutto il sostegno del governo federale mentre aªronta questa situazione», ha concluso Trudeau.