CorrCan Media Group

Buon compleanno Corriere Canadese

Buon compleanno Corriere Canadese

TORONTO – Sembra appena ieri che il [nuovo] Corriere Canadese ha pubblicato la sua prima edizione, sei mesi dopo che la vecchia amministrazione aveva fatto fallire il giornale originale. Fortunatamente, non tutti pensavano che dovesse essere l’ultimo saluto.

Due individui, amici tra loro (e con me), orgogliosi della loro origine italiana, della cultura, della sua lingua e di tutto ciò che rappresenta, non erano pronti a vedere una fine così ignominiosa di questo elemento di italianità che il giornale aveva coltivato in Canada. Donato Montesano e Sam Primucci erano determinati a rianimarlo e dargli uno scopo.

Non hanno chiesto come sarebbe stato fatto, né quanto sarebbe potuto costare. Quello che sapevano è che c’era un serbatoio di scrittori con talento giornalistico – ora disoccupati – che potevano essere utilizzati con una “infrastruttura” di lettori delusi che si vedevano privi di una connessione con la comunità, agli eventi del giorno e alla loro metropoli culturale – l’Italia.

Non si preoccupavano che i media in generale e l’industria dei giornali in particolare erano (e continuano ad essere) in un rapido declino. Sentivano sinceramente che la comunità italiana si era distinta per la sua disposizione progressiva e l’impegno per la crescita in Canada.

Per loro, il Corriere Canadese rappresenta(va) la voce di una comunità che si era meritata il ruolo di leader nella creazione di una moderna società canadese costruita sulle basi di un’etica del lavoro, della famiglia e del rispetto reciproco. Non era una posizione così facilmente abbandonabile.

Altruista e ambizioso forse ma genuino, tuttavia. Per bene o per male, mi hanno avvicinato per unirmi a loro in questa avventura …no, missione. La maggior parte delle persone che abbiamo poi contattato erano dell’opinione che il progetto fosse destinato al fallimento.

Alcuni risposero educatamente, ma nelle parole di un editore piuttosto benestante, “… il Corriere è morto; nemmeno tu e i tuoi amici potete riportarlo in vita ”. Oggi, grazie a personale, collaboratori, abbonati, lettori, sostenitori e inserzionisti del Corriere Canadese, il Corriere è la più grande pubblicazione QUOTIDIANA comunitaria, a pagamento, nel paese.

A differenza degli altri, compresa la stampa cosiddetta mainstream, non riceve finanziamenti né dal governo federale né da quello provinciale. Tuttavia, possiamo vantare un numero annuale di lettori che si avvicina a 2.000.000. La nostra presenza digitale raggiunge oltre 200.000 utenti al mese. Sta crescendo.

Il nostro progetto pilota per portare un Internet Protocol TV online per migliorare la nostra presenza cartacea ha ricevuto 185.000 visualizzazioni nei primi cinque mesi di attività. Anch’esso è in netta espansione.

Potremmo andare avanti. È più importante ringraziare tutti coloro che hanno creduto nel Corriere e continuano a fidarsi del Corriere Canadese. Celebriamo questo impegno con loro.

Soprattutto, ci impegniamo a lavorare per migliorare e crescere con loro. Auguri.

More in Redazione