CorrCan Media Group

L’esito del voto in mano agli elettori italocanadesi

L’esito del voto in mano agli elettori italocanadesi

L’esito del voto in mano agli elettori italocanadesi

TORONTO – Gli elettori italocanadesi sono destinati ad essere l’ago della bilancia nel voto di lunedì prossimo. In 33 dei 338 distretti federali la presenza dell’elettorato di origine italiana è estremamente significativa, tenendo conto che in queste circoscrizioni – stando ai dati dell’ultimo censimento di Statistics Canada – vi risiedono almeno 10mila italocanadesi, il che corrisponde almeno al 10-12 per cento degli aventi diritto. Ma non solo.

I collegi federali in questione sono distribuiti in Ontario e Quebec, le due province chiave per chiunque voglia raggiungere la magica quota di 170 seggi, cioè la maggioranza assoluta dei deputati alla House of Commons.

Il distretto a maggiore densità italiana in Canada è quello di Vaughan-Woodbridge, dove risiedono quasi 56mila canadesi di origine italiana, pari al 53,6 per cento dell’intera popolazione del collegio elettorale e dove il deputato uscente Francesco Sorbara dovrà vedersela con la conservatrice Teresa Kruze.

Al secondo posto di questa speciale classifica troviamo King-Vaughan, con 40.955 italocanadesi che dovranno scegliere se confermare la grit Deb Schulte o voltare pagina con la tory Anna Roberts, mentre completa il podio il distretto quebecchese di Saint Leonard-Saint Michel con 25.510 residenti di origine italiana: qui dovrà essere scelto il successo di Nicola di Iorio tra la liberale Patricia Lattanzio e il conservatore Ilario Maiolo.

Al quarto posto troviamo un altro distretto della provincia francofona, Honoré-Mercier a quota 25.310, dove traballa la poltrona del ministro uscente Pablo Rodriguez e salgono le quotazioni degli sfidanti Guy Croteau e Chu Anh Pham, seguito da Du§ erin-Caledon con 22.020 (sfida a tre tra Michele Fisher, Kyle Seeback e Alison Brown) e Niagara Falls con 20.995 residenti italocanadesi, dove il tory Tony Baldinelli vuole raccogliere l’eredità di Rob Nicholson contro la liberale Andrea Kaiser.

In settima posizione troviamo la circoscrizione quebecchese di Alfred-Pellan con 19.095 italocanadesi (sarà derby italiano tra il deputato uscente Angelo Iacono e il tory Angelo Esposito), tallonata da Etobicoke Centre – che è diventato il distretto più italiano di Toronto – a quota 17.545 e Sault Ste. Marie a 16.280.

A chiudere la lista delle prime 10 posizioni troviamo Hamilton Stoney Creek (oltre 15mila italoacanadesi) che precede di poco York South Weston, Niagara Centre, Aurora-Oak Ridges-Richmond Hill e York Centre.