CorrCan Media Group

I liberali dell’Ontario scelgono il nuovo leader

I liberali dell’Ontario scelgono il nuovo leader

I liberali dell’Ontario scelgono il nuovo leader

TORONTO – Il conto alla rovescia è finito: da domani il Partito Liberale dell’Ontario avrà un nuovo leader. Domani infatti, 21 mesi esatti dal tracollo alle elezioni del 2018, i delegati aventi diritto dovranno scegliere chi guiderà il partito nei prossimi anni. Un compito molto complesso e di grande responsabilità.

Chiunque la spunterà alla convention del 7 marzo, avrà sulle spalle il peso di dover ricostruire un partito spazzato via dalle urne due anni fa, che attualmente nell’assemblea provinciale può contare appena su 8 deputati e che deve riallacciare i rapporti con la base e con l’elettorato dell’Ontario.

Alla vigilia della convention, il grande favorito è Steven Del Duca, ex ministro dei Trasporti e dello Sviluppo economico del governo guidato dalla ex premier di Kathleen Wynne. Già deputato provinciale eletto a Vaughan dal 2012 al 2018, Del Duca ai nastri di partenza può contare su una larghissima maggioranza dei delegati eletti (ben 1.171, pari al 56,1%). Sulla carta, anche tenendo conto che alle votazioni parteciperanno 640 delegati ex officio (attuali mpp ed ex deputati provinciali, candidati sconfitti alle ultime elezioni, presidenti delle associazioni locali, dirigenti di partito e deputati federali eletti in Ontario), Del Duca potrebbe spuntarla addirittura alla prima votazione, essendo necessaria la maggioranza assoluta dei voti per essere eletto leader.

Pronto a dargli battaglia ci sarà Michael Coteau. Deputato provinciale in carica, a Queen’s Park dal 2011, negli anni ha accumulato diverse esperienze di governo, essendo stato ministro dell’Immigrazione, del turismo e dei Servizi sociali sempre negli esecutivi della Wynne. Coteau arriva alla convention potendo contare su 371, pari al 17,8%. La sua speranza è quella di poter contare del sostegno della maggioranza dei delegati ex officio, anche se molti di questi – circa 200 – hanno fatto intendere di essere pronti a sostenere Del Duca.

In corsa anche Kate Graham, che alle spalle non ha alcun ruolo di politica attiva. È stata la candidata liberale nel 2018 nel distretto di London North Centre e arriva alla convention con 273 delegati, pari al 13,1% del totale.

La quarta candidata è Mitzie Hunter. Deputata di Scarborough-Guildwood dal 2013, già ministro dell’Istruzione, alla convention potrà contare su 130 delegati, pari al 6.2%.

A chiudere la griglia di candidati ci sono Alvin Tedjo e Brenda Hollingsworth. Il primo, candidato nel 2018 nel distretto di Oakville North—Burlington, ha dalla sua 72 delegati (3,4%), mentre la seconda non ha esperienze politiche alle spalle e arriva alla convention con 25 delegati pari all’1,2 per cento.