CorrCan Media Group

WE Charity, oggi tocca al Primo Ministro

WE Charity, oggi tocca al Primo Ministro

WE Charity, oggi tocca al Primo Ministro

OTTAWA – Mentre il premier Justin Trudeau e il capo del suo staff Katie Telford si preparavano a testimoniare (oggi, alle ore 15) davanti alla commissione finanze della Camera dei Comuni, ieri è andato in scena l’ennesimo scontro fra opposizioni e maggioranza sulla vicenda WE Charity.

I parlamentari del comitato etico della Camera dei Comuni si sono incontrati per promuovere la propria indagine sull’accordo fatto (e poi annullato) dal governo federale con WE Charity: obiettivo, trovare documenti sui pagamenti fatti dall’ente benefico ai familiari di Trudeau, che ammontano a circa $ 300.000 oltre alle spese. Fra le richieste dei parlamentari (dell’opposizione) del comitato etico, è emersa quella di chiedere a Trudeau di testimoniare davanti allo stesso comitato etico e di chiedere, altresì, a tutti i ministri di rivelare se fossero a conoscenza delle relazioni tra Trudeau, altri alti funzionari liberali e WE Charity prima della decisione del governo di assegnare il programma di sovvenzione all’organizzazione e di indicare se loro, le loro famiglie o parenti abbiano connessioni con lo stesso ente benefico. Ma la proposta è stata respinta dai membri liberali e dell’Ndp del comitato stesso.

«Penso che i canadesi meritino risposte – ha obiettato il deputato conservatore e membro del comitato etico Damien Kurek – : si tratta di una semplice procedura per chiedere conto a coloro che sono stati incaricati di prendere una decisione in merito a quasi un miliardo di dollari. E per dirlo ai canadesi». Ma il deputato liberale e membro del comitato etico Greg Fergus ha risposto che quella di chiedere ai membri del gabinetto di rivelare la loro esperienza familiare con WE Charity è una responsabilità che deve assumersi, eventualmente, il commissario per l’etica.

Dunque, al momento Trudeau testimonierà, oggi, solo di fronte alla commissione finanze della Camera dei Comuni. E dovrà riferire sugli eventi che hanno portato il suo governo a chiedere a WE Charity di supervisionare un programma (da 912 milioni di dollari) che doveva fornire borse di studio a studenti e laureati che non fossero riusciti a trovare un lavoro estivo a causa della pandemia. Con lui, dicevamo, ci sarà anche il capo dello staff Katie Telford.

Martedì, di fronte alla commissione finanze sono comparsi i co-fondatori di WE, Craig e Marc Kielburger, i quali hanno confermato i pagamenti ai familiari di Trudeau per una serie di eventi ai quali erano stati invitati a parlare «delle loro interessanti esperienze personali». La madre, Margaret, ha partecipato a circa 28 eventi WE ed è stata pagata $ 250.000 tra il 2016 e il 2020; il fratello Alexandre (Sasha) ha partecipato a otto eventi dal 2017 al 2018 e ha ricevuto un totale di circa $ 32.000; la moglie, Sophie Gregoir, ha ricevuto un onorario di $ 1.400 per un evento nel 2012 quando Trudeau non era premier, ma poi negli anni successivi ha partecipato ad altri sette eventi ricevendo in media $ 3,618 per ogni evento.