CorrCan Media Group

Trudeau alla Vaisakhi Parade con i Sikh

Trudeau alla Vaisakhi Parade con i Sikh

TORONTO – A Vancouver, due giorni fa, il primo ministro Trudeau ha avuto parole molto belle nel promuovere il talento e il contributo della comunità Sikh in Canada. Comunità, questa, che sabato ha celebrato Vaisakhi, il giorno sacro nella loro religione.

Trudeau ha visitato uno dei più grandi templi Sikh poche ore dopo che il suo governo ha accettato di rimuovere, da un rapporto sul terrorismo, un riferimento all’estremismo Sikh.

Trudeau e il ministro della Difesa Harjit Sajjan sono intervenuti al Ross Street Gurdwara a Vancouver, prima di partecipare alla Vaisakhi Parade.

Il giorno prima della partecipazione del primo ministro all’importante festa dei Sikh i liberali hanno apportato una modifica al Public Report on the Terrorism Threat to Canada, che ha suscitato le ire della comunità sikh quando, lo scorso dicembre, è stato reso pubblico.

Per la prima volta, il rapporto ha elencato l’estremismo sikh come una delle prime cinque minacce degli estremisti in Canada. Ma venerdì sera, lo scritto è stato cambiato per rimuovere ogni menzione alla religione, dando invece spazio alla minaccia posta dagli “estremisti che sostengono mezzi violenti per dare vita a uno stato indipendente all’interno dell’India”.

«Mentre celebriamo Vaisakhi, festeggiamo anche tutti gli incredibili contributi di questa comunità », ha detto Trudeau in un discorso dopo aver partecipato alla parata organizzata dalla Khalsa Diwan Society.

Questa associazione si è formata nel 1902 e diversi anni dopo ha costruito il primo Sikh Gurdwara in Canada. Trudeau si è unito ad altri politici e membri della comunità ed ha camminando tra carri allegorici e artisti.

A margine, le persone hanno distribuito cibo gratuito lungo il percorso, compresi snack e pasti completi alle persone che sfilavano.

«I Sikh hanno contribuito a costruire il Canada da più di 120 anni – ha detto Trudeau – ci sono ora imprenditori, politici, artisti e veri leader in ogni campo». Il primo ministro ha aggiunto che «i valori celebrati durante il giorno santo, come l’uguaglianza e la giustizia sociale, sono valori che rendono il Canada più forte».

Nel Ross Street Gurdwara, che è uno dei più grandi templi Sikh del Canada, Trudeau ha pronunciato un discorso che, come quello di diversi leader politici, è stato trasmesso su due enormi schermi.

Sebbene le obiezioni riguardassero in gran parte l’inclusione dei Sikh, a causa della mancanza di prove a sostegno del rapporto, il ministro della sicurezza pubblica Ralph Goodale ha affermato che avrebbe almeno chiesto una revisione del linguaggio utilizzato dal rapporto: secondo Goodale le religioni non dovrebbero mai essere equiparate al terrorismo.

In Canada ci sono circa mezzo milione di canadesi che si identificano come Sikh, molti dei quali risiedono nella Greater Toronto Area e nella periferia di Vancouver.

More in Politica