CorrCan Media Group

Potrebbe esserci un “assalto” a Rai Italia

Potrebbe esserci un “assalto” a Rai Italia

Gli spagnoli hanno preso il controllo dei diritti Tv del calcio italiano per i prossimi tre anni. I nuovi boss del pallone tricolore hanno dichiarato che non stravolgeranno le abitudini degli italiani, nel senso che daranno le partite più o meno come ha fatto Sky negli ultimi anni.
In Italia, dunque, per i telespettatori non cambierà molto, al massimo il costo dell’abbonamento.
Ma noi, in Canada, e nel resto del mondo, a cosa andiamo incontro?
Al momento non è chiaro, si sa soltanto che lo stesso gruppo spagnolo ha preso i diritti tv esteri del calcio italiano per 371.mila Euro.
Per recuperare questa somma gli spagnoli potrebbero cercare di sfruttare gli italiani espatriati nel mondo, togliendo a Rai Italia la facoltà di trasmettere in chiaro e gratis la Giostra del Gol e le dirette.
Rai Italia è entrata in gioco nel 2003 dopo che la Rai aveva perso i diritti. All’estero la Rai ha tramesso, dagli Anni ’80, le partite in diretta ed in chiaro.
 Poi all’inizio del 2000 la tv di stato perse i diritti che finirono nelle mani di privati, Mediaset e Sky. A questo punto, gli italiani del mondo furono messi di fronte all’eventualità di dover pagare per quello che vedevano gratis. 
Ci fu una sollevazione generale e mondiale. Gli italiani del mondo chiesero, ed ottennero, che il governo italiano obbligasse  la tv privata di continuare a far vedere il calcio italiano, attraverso Rai Italia.
Quella straordinaria concessione, l’unico “regalo” veramente importante del governo agli italiani nel mondo, ora potrebbe essere in pericolo.
Non dobbiamo ancora fasciarci la testa.
Ma prepariamoci a scendere in piazza.
More in Politica