CorrCan Media Group

Giovinco serve il record, ora viene il bello

Giovinco serve il record, ora viene il bello

TORONTO – Il record è servito. Un altro passo verso la storia è stato fatto. Il traguardo sfuggito per un soffio lo scorso anno – la coppa che simbolizza il vero scudetto del soccer Mls – è di nuovo alla portata del Toronto Fc. 
A consegnare agli archivi il nuovo record di punti – 69 – nella stagione regolamentare è stata una deliziosa parabola su punizione di Giovinco che ha mandato la palla a baciare l’incrocio dei pali. La prodezza della Formica Atomica ha permesso al Toronto di ottenere il punto necessario per operare il sorpasso al Los Angeles Galaxy il cui primato – 68 punti – resisteva dal campionato 1997-98. Giovinco ha servito la sua prodezza all’84’: poco prima aveva assaggiato un sorso di birra da un barattolo scagliato dagli spalti dopo il gol del primo pareggio di Altidore. Questo episodio è stato la nota stonata in uno stadio fantastico, costato un miliardo e seicentomila dollari,   gremito in ogni ordine di posti. Gli spettatori paganti sono stati 71.874, numero record per una partita di calcio Mls, la quarta più seguita in tutto il mondo: 81.000 persone per Dortmund-Colonia, 75.042 per United-Everton e 75.000 a Monaco per Bayern-Magonza.
L’Atalanta United è al suo primo anno nella Mls. Si è qualificata per i playoff grazie ad una squadra giovane e veloce assemblata da Tata Martino, l’ex tecnico del Barcellona e della nazionale argentina.
La squadra di casa, sostenuta dal tifo sfrenato degli oltre 70.000,  passa al 31’ del primo tempo su rigore concesso con l’ausilio della Var. In un primo momento all’arbitro era sfuggito un tocco di mano in area di Moor. Il mezzo elettronico evidenzia l’infrazione. L’arbitro assegna il rigore che un peperino argentino, Yamil Asad, trasforma.
L’Atlanta domina per tutto il primo tempo, ma non raddoppia.
Nella ripresa, al 60’, Altidore fa valere tutta la sua fisicità anticipando difensore e portiere. Con la palla in rete Altidore zittisce lo stadio che  fischiava lui e Bradley ogni volta che toccavano palla. I due erano presi di mira perché ritenuti tra i responsabili maggiori della umiliante eliminazione da Russia 2018. Mentre Altidore esulta, arriva la lattina che Giovinco raccoglie e sorseggia per un attimo.
I padroni di casa non ci stanno alla divisione della posta e ripartono all’attacco. Al 74’ il biondo venezuelano Martinez trasforma un delizioso cross dalla destra in un diagonale che Bono non vede: 2-1. Sembra fatta, ma ecco Giovinco. La Formica Atomica che in precedenza aveva sfiorato due gol, si procura un punizione dalla posizione e distanza preferita: al limite dell’area, 25 metri circa, un po’ spostato a sinistra. Il tiro è forte, la parabola perfetta, scavalca la barriera e si infila proprio nel sette. Il gol firma il 2-2 e serve il nuovo record.
Ora Giovinco e compagni si riposeranno aspettando la conclusione primo round playoff dal quale usciranno gli avversari per la semifinale della Eastern Conference.
 In settimana partono i playoff e sia il Toronto che il New York City passano direttamente dal secondo turno. Nel versante Ovest, saranno il Portland e il Seattle a saltare il primo turno dei playoff a partita secca. Prossimi match: Chicago-New York Red Bull, Atlanta-Columbus, Vancouver-San José e Houston-Kansas City.       
More in Politica