CorrCan Media Group

Annamie Paul è la nuova leader dei Verdi canadesi

Annamie Paul è la nuova leader dei Verdi canadesi

Annamie Paul è la nuova leader dei Verdi canadesi

TORONTO – Per la prima volta nella storia canadese, un partito federale avrà come leader una donna di colore di fede ebraica. Annamie Paul ha vinto la corsa alla leadership del Green Party ed eredita la guida del partito da Elizabeth May.

Avvocato, con una lunga esperienza professionale all’estero, Paul ha sconfitto gli altri candidati all’ottava votazione alla quale hanno partecipato circa 35mila iscritti ai Verdi. Battuto Dimitri Lascaris, che per ben due votazioni era stato in grado di racimolare più preferenze della Paul.

La nuova leader prende in mano il timone di un partito che alle ultime elezioni federali del 2019 aveva ricevuto quasi 1,2 milioni di voti con la conquista di tre seggi alla House of Commons.

Nel primo discorso dopo la vittoria della corsa alla leadership, la nuova segretaria del Green Party ha voluto riconoscere l’importanza del ruolo svolto da alcune donne nella politica federale del nostro Paese: Audrey McLaughlin dell’Ndp, Kim Campbell del Partito Conservatore e Jean Augustine del Partito Liberale.

“Questa sera – ha dichiarato – dobbiamo riconoscere che ci troviamo in un momento storico. Noi come Verdi, ancora una volta, ci troviamo a segnare la strada prima degli altri. Abbiamo fatto qualcosa che non era mai successo nella politica canadese e per questo voglio ringraziarvi tutti quanti”.

Paul ha rivelato che tra le varie motivazioni che l’hanno spinta ad accettare questa sfida troviamo la morte del padre lo scorso maggio, la crisi ambientale che sta attraversando il pianeta e lo conseguenze disastrose della pandemia di Covid-19. “Dobbiamo costantemente chiederci quanto possa valere la vita umana. Vediamo con i nostri occhi il prezzo che dobbiamo pagare per comportamenti sbagliati negli allagamenti, negli incendi fuori controllo nelle foreste e nello sfruttamento sconsiderato delle nostre risorse: e i politici che ci guidano non sanno cosa fare. Sono intellettualmente esausti, ormai privi di i- dee su come affrontare tutte queste sfide. Oggi abbiamo una buona notizia, finalmente: questa è l’occasione di una vita per cambiare e migliorare come società e per diventare più resilienti”.

Paul poi ha ringraziato apertamente chi l’ha preceduta. “Elizabeth May ha fatto un ottimo lavoro”. May è stata leader dei Verdi canadesi dal 2006. Sotto la sua guida, il Green Party per la prima volta nella sua storia è riuscito a entrare in parlamento nel 2011, aumentando seppur di poco la propria rappresentanza alla House of Commons sia alle elezioni del 2015 che in quelle del 2019.

Paul ora dovrà aspettare una elezione suppletiva per cercare di entrare in parlamento.