CorrCan Media Group

Scuola, arriva l’apprendimento “misto”   

Scuola, arriva l’apprendimento “misto”   

Scuola, arriva l’apprendimento “misto”   

TORONTO – Complice la pandemia di Covid-19 l’anno scolastico in Ontario è iniziato con il piede sbagliato. Uno dei problemi più grandi per tutti i provveditorati è quello della didattica a distanza che fin dall’inizio ha incontrato grandi difficoltà per la mancanza di insegnanti.

Ora, con il continuo travaso di studenti dallo studio di presenza a quello online, il sistema scolastico sta per scoppiare. Lo York Catholic District School Board (Ycdsb) ha deciso di correre ai ripari accorpando – a partire dal 14 ottobre – gli studenti che studiano virtualmente con quelli che seguono le lezioni in presenza in un’unica classe che avrà un unico insegnante.

In una lettera inviata ai genitori mercoledì, la direttrice ad interim all’Istruzione dello Ycdsb Mary Battista, ha enfatizzato che questa nuova “metodologia ibrida” consentirà a tutti gli studenti delle elementari di sentirsi parte della loro scuola.

“Date le varie sfide operative e di personale affrontate nell’attuale modello di apprendimento a distanza e la necessita di trovare una soluzione che sia sostenibile per il resto dell’anno scolastico, e stata presa una decisione nel migliore interesse di tutti gli studenti delle elementari – si legge – questo nuovo modello ibrido unisce gli studenti nelle aule con gli studenti a casa all’insegnante presente nella scuola”.

Secondo il provveditorato cattolico di York, il nuovo modello ha “numerosi vantaggi” come ad esempio quello di congiungere gli studenti che studiano virtualmente con i loro amici che sono a scuola, mantenere le distanze fisiche nelle classi e consentire agli studenti di trasferirsi “senza problemi” dall’apprendimento in classe alla didattica a distanza o viceversa.

Quel che lo Ycdsb evidenzia è che il passaggio da un metodo di studio all’altro potrà essere fatto in qualsiasi momento durante il corso dell’anno scolastico.

Per meglio prepararsi alle nuove “classi ibride” le scuole elementari cattoliche di York rimarranno chiuse martedì prossimo: le lezioni riprenderanno il giorno seguente cioé il 14 ottobre.

“Comprendiamo che si tratta di un preavviso molto breve per i genitori e ci scusiamo per il disagio che ciò potrebbe causare. Questa giornata verrà utilizzata dal personale per completare i preparativi necessari per accogliere gli studenti in classe e quelli a distanza nelle loro classi”, ha detto la Battista.

Il nuovo insegnante della classe contatterà i genitori dei ragazzi che studieranno online il 13 ottobre per fornire le informazioni per il login su Google Classroom. “Gli studenti vivranno una normale esperienza scolastica, indipendentemente dal formato di apprendimento scelto: è nostra ferma convinzione che questa metodologia andrà incontro meglio alle esigenze accademiche dei nostri studenti, ristabilirà i legami con i compagni di classe e promuovera la salute mentale”, ha detto Mary Battista.

Le premesse per raddrizzare, come si dice, il tiro ci sono, i bambini a casa potrebbero sentirsi meno soli ed essere parte integrante della classe. Il distanziamento, importante in questi tempi di Covid, sarebbe quindi solo fisico.

Intanto i nuovi contagi nelle scuole dell’Ontario – 415 per la precisione – sono stati 100 in ventiquattrore (51 studenti, 22 insegnanti e 27 membri del personale non docente): il totale dei casi e di 822.