Sanità, istruzione, trasporti e sindaci:
Discorso dal Trono, cresce l’attesa

di Francesco Veronesi del August 8, 2022

TORONTO - Istruzione pubblica, sanità, trasporti, nuovi poteri per i sindaci. Sono questi i grandi temi che saranno affrontati nel Discorso dal Trono di domani, quando la vice governatrice Elizabeth Dowdeswell illustrerà l’agenda di governo per questa nuova legislatura provinciale.

L’esecutivo Ford scaturito dall’ultimo voto provinciale nelle ultime settimane ha confermato l’intenzione di accelerare in determinati settori in questa primissima fase della legislatura. Il primo scottante faldone è quello relativo alla sanità pubblica. Messo a dura prova dalla sfida lanciata dalla pandemia di Covid-19, il settore sanitario provinciale sta vivendo una fase di crisi acutizzata dalla cronica carenza di infermieri e di personale medico.

La situazione - che sta diventando davvero insostenibile - ha portato alla chiusura dei pronto soccorso di numerosi ospedali un po’ in tutte le regioni della provincia. La scorsa settimana il premier Doug Ford, pur ammettendo le difficoltà registrate nella sanità, ha cercato di minimizzare, puntando il dito contro il governo federale e chiedendo maggiori investimenti da parte di Ottawa. È scontato che il tema verrà affrontato nel Discorso dal Trono, dove verranno delineati a grandi linee i provvedimenti dell’immediato futuro per tamponare l’emergenza.

Stesso discorso per quanto riguarda il settore scolastico. Per l’istruzione pubblica si prospetta un autunno caldo, con gli insegnanti senza contratto - scadrà il 31 agosto - e i sindacati sul piede di guerra.

Le parti sociali chiedono importanti aumenti salariali - il Cupe si è spinto a proporre un aumento in busta paga dell’11, 7 per cento - mentre l’esecutivo è pronto a fare qualche concessione ma le distanze sono ancora siderali. Oltre a questo, il governo dovrà proporre le nuove linee guida per la sicurezza degli studenti e del personale scolastico in vista della possibile ottava ondata autunnale della pandemia di Covid-19.

Nell’agenda di governo ci sarà anche un capitolo dedicato ai trasporti, vero cavallo di battaglia del Progressive Conservative durante l’ultima campagna elettorale.

In particolare, il governo dovrà presentare la tabella di marcia per la prevista costruzione dell’autostrada 413, oltre ad altri progetti come l’LRT di Hamilton e il Bradford Bypass. Anche in questo caso, ci troveremo di fronte a investimenti miliardari per progetti di sviluppo pluriennali.

Attesa, infine, per la proposta lanciata da Ford a luglio sulla possibile riforma dei poteri dei sindaci della maggiori città della provincia. Il premier ha lasciato capire che il governo intende rimettere la mani nell modus operandi delle amministrazioni cittadina, un po’ come era avvenuto nella precedente legislatura quando l’esecutivo deciso di tagliare il numero dei consiglieri comunali di Toronto.

L’intenzione del premier, in particolare, è quella di dare maggiori poteri ai sindaci di Toronto e di Ottawa, ma ci sono delle forti pressioni affinché questo piano di riforma coinvolga anche altri importanti centri urbani dell’Ontario come Hamilton, Windsor, London, Mississauga o Brampton.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.