CorrCan Media Group

Sanità, eliminati 825 posti amministrativi

Sanità, eliminati 825 posti amministrativi

TORONTO – Più di 400 impiegati amministrativi rimarranno presto senza lavoro mentre la provincia continua la riorganizzazione di sei agenzie sanitarie e 14 reti locali di integrazione sanitaria.

In totale, la provincia eliminerà 825 posti ma il governo aミerma che quasi la metà di tali posti di lavoro sono attualmente vacanti.

Sono tagli, questi, che giungono mentre il governo di Ford lavora per consolidare le reti locali di integrazione sanitaria dell’Ontario, insieme a Cancer Care Ontario, eHealth Ontario e altre agenzie, per creare una nuova agenzia chiamata Ontario Health.

In un comunicato stampa diミuso ieri il governo afferma che la riorganizzazione dell’attuale sistema sta “reindirizzando i dollari dell’assistenza sanitaria dall’amministrazione all’assistenza diretta al paziente”.

«Dal momento che ciascuna di queste agenzie dispone di impiegati amministrativi, le operazioni vengono duplicate inutilmente e viene speso denaro del quale abbiamo disperatamente bisogno per migliore la cura diretta del paziente – ha detto in il ministro della Sanità Christine Elliott – queste agenzie perseguono fini diversi l’una dall’altra, seguono piani di lavoro distinti, e non sono ben coordinate attorno a una visione unitaria per la cura del paziente».

Per il ministro Elliott non ci sono dubbi circa il successo della “riforma” decisa per il settore sanitario dell’Ontario: i licenziamenti sono stimati in un risparmio di circa 250 milioni di dollari, che equivale a un finanziamento annuale per 700 posti letto ospedalieri e più di 6.500 posti letto di assistenza a lungo termine.

«La gente ci ha detto che voleva più denaro per i servizi di prima linea e questo è quello che stiamo facendo come parte di questa riorganizzazione», ha aミermato Christine Elliott.

Il ministro ha detto che la provincia ha chiesto alle agenzie di evitare di assumere per riempire i posti vacanti e di accettare pensionamenti anticipati al fine di “minimizzare l’impatto” sugli attuali dipendenti.

«Ogni posto di lavoro perso è motivo di preoccupazione per l’individuo e la sua famiglia e questo non è qualcosa che vorremmo fare, ma è davvero importante per i cittadini dell’Ontario, che noi possiamo essere in grado di immettere più soldi nei servizi di prima linea – ha detto Elliott – non posso far altro che dispiacermi per le persone che stanno perdendo il lavoro».

More in Ontario