CorrCan Media Group

Ospedale a Newmarket licenzia 97 infermieri

Ospedale a Newmarket licenzia 97 infermieri

Ospedale a Newmarket licenzia 97 infermieri

TORONTO – Un ospedale di Newmarket, il Southlake Regional Health Centre (nella foto), sta per tagliare 97 posizioni da infermieri professionali a causa di “problemi finanziari”.

Kathryn Perrier, responsabile delle comunicazioni aziendali per l’ospedale, ha risposto – con una email alla CBC – che “il Southlake sta attualmente affrontando un periodo difficile dal punto di vista finanziario, ma intendiamo mantenere la stessa assistenza di alta qualità che forniamo alla comunità”.

Perrier ha aggiunto che l’ospedale prevede di “assumere presto 49 infermiere registrate, 29 effettivi in qualità di personale di servizio ai pazienti ed altre 3 posizioni da assistente sociale”.

L’ospedale ha inoltre confermato che seguirà gli accordi collettivi che aveva negoziato con i sindacati. Perrier ha detto che “l’ospedale prevede di assumere più personale clinico di prima linea e di tagliare invece 34 posizioni di gestione e amministrative”.

Di parere decisamente contrario alla linea gestionale adottata dall’ospedale di Newmarket – che su circa 86mila abitanti, conta una nutrita presenza di origini italiane – è l’Associazione Infermieristica dell’Ontario la cui presidente, Vicki McKenna, è stata intervistata dal Corriere Canadese.

“Non riesco a capire come il Southlake possa giustificare il taglio di 97 infermieri professionali, impegnati in prima linea, durante una pandemia globale” – ha detto McKenna – “licenziare infermieri professionali è completamente irresponsabile. Parliamo di 170mila ore di assistenza infermieristica professionale che andranno perdute al Southlake” ha precisato la presidente dell’ONA, secondo la quale i tagli andrebbero ad interessare anche “unità di cura intensiva”.

Secondo il ministero della sanità dell’Ontario, il Southlake avrebbe ricevuto, nel 2020, un finanziamento pari ad oltre 5 milioni di dollari per espandere i servizi di assistenza sanitaria offerti in prima linea.