Ontario, in arrivo nuove restrizioni per frenare il Covid

di Francesco Veronesi del January 11, 2021

TORONTO - Nuove restrizioni in arrivo in Ontario per frenare i contagi in provincia.

Nel fine settimana il premier Doug Ford, i ministri provinciali e la cabina di regia medica dell’Ontario si sono riuniti per analizzare gli ultimi allarmanti dati sulla curva epidemiologica di Covid-19 e per vagliare la probabile nuova stretta nel disperato tentativo di arginare la corsa del coronavirus che nelle ultime settimane ha avuto un’impennata senza precedenti, nemmeno durante la prima ondata della pandemia.

Ora resta da capire quali altri strumenti adotterà l’esecutivo, perché le opzioni rimaste sul tavolo sono davvero poche. Tutta la provincia infatti si trova in lockdown: la stretta sarebbe dovuta terminare a fine mese ma le indicazioni che arrivano da Queen’s Park parlano di un prolungamento certo delle chiusure per almeno altre settimane.

Le scuole elementari dovevano riaprire oggi, ma la scorsa settimana il governo ha annunciato lo stop all’insegnamento in classe per altre due settimane. A questo punto - anche se sul fronte scolastico il governo continua a navigare a vista - appare probabile che tutti gli studenti dell’Ontario continueranno con l’insegnamento virtuale almeno fino alle prime due settimane di febbraio.

Il governo potrebbe inasprire ulteriormente le misure già in vigore per questo lockdown, assottigliando la lista di attività considerate essenziali e che quindi non hanno chiuso.

In particolare le autorità sanitarie stanno vagliando l’impatto del Covid nel cantieri. Nelle ultime due settimane sono stati scoperti numerosi focolai nel settore edilizio e questo potrebbe spingere il premier al blocco anche in questo comparto produttivo.

Resta da valutare un ulteriore passo, quello del coprifuoco notturno, che limiterebbe gli spostamenti delle persone durante le ore serali e notturne. E su questo fronte il governo sta guardando con grande attenzione quanto sta accadendo in Quebec, dove il coprifuoco è entrato in vigore sabato. Nella provincia francofona non si può uscire di casa dalle 8 di sera alle 5 di mattina: unica eccezione i lavoratori essenziali e chi porta a spasso il cane. Sono previste multe salatissime - fino a 6mila dollari - per i trasgressori.

Durante la prima notte di coprifuoco a Montreal e Quebec City sono state fatte numerose multe a un gruppo di dimostranti no mask scesi in piazza per contestare la stretta voluta dal premier Francois Legault, ma tolta questa circostanza c’è stato un rispetto generalizzato della nuova restrizione.

Ford, insieme ad altri ministri, sarebbe tentato di utilizzare il coprifuoco per almeno quattro settimane per capire se effettivamente questo strumento si rivelerà efficace o meno.

Domani, infine, il governo presenterà le nuove proiezioni sul numero dei contagi, dei ricoveri e delle vittime: lo stesso premier ha definito i nuovi dati scioccanti.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.