CorrCan Media Group

Matrimoni e funerali, consentite più persone

Matrimoni e funerali, consentite più persone

Matrimoni e funerali, consentite più persone

TORONTO – Il governo dell’Ontario continua ad allentare alcune delle restrizioni messe in atto per limitare la diffusione di Covid-19. Il premier Doug Ford ha annunciato che ha aumentato il numero di persone ammesse alle nozze al coperto e alle cerimonie funebri fino al 30% della capacità del locale, a condizione che i partecipanti continuino a praticare l’allontanamento fisico.

«La provincia – riconoscendo l’importanza di stare con le persone care nei momenti che contano di più – consentirà inoltre a un massimo di 50 persone di partecipare a matrimoni e funerali all’aperto», ha detto Ford. Ci sarà comunque un limite di 10 persone ai matrimoni e alle cerimonie funebri.

Il cambiamento arriva un giorno dopo che il governo ha raddoppiato – da 5 a 10 – il numero massimo di persone consentito alle riunioni sociali e ha iniziato a consentire la riapertura dei luoghi di culto, a condizione che la partecipazione sia limitata al 30% della capacità.

Matrimoni e funerali in Ontario sono stati in gran parte sospesi da marzo, da quando cioè la provincia ha limitato le riunioni sociali a cinque persone o meno.

«Considerati i recenti progressi per ridurre la diffusione di Covid-19, siamo in grado di allentare le restrizioni in vigore per queste cerimonie speciali – ha detto la vicepremier nonchè ministro della Sanità Christine Elliott tramite un comunicato stampa diffuso sabato – abbiamo adottato misure per aumentare i test e aumentare la nostra capacità di rintracciare e contenere questo virus. Mentre allentiamo queste misure, esorto vivamente tutti a rimanere attenti e cauti poiché siamo ancora a rischio».

Man mano che l’epidemia Covid-19 si evolve, in Ontario verranno fornite ulteriori indicazioni sulle restrizioni circa il numero di persone consentito a matrimoni e funerali.

L’allentamento delle restrizioni è dovuto al fatto che continua a scendere l’incremento giornaliero dei contagi da coronavirus in Ontario: per la seconda volta questa settimana, è sceso sotto i 200.

Nell’ultimo riepilogo epidemiologico dell’Ontario, la provincia ha registrato 197 nuovi casi di virus, in calo rispetto ai 266 segnalati il giorno prima ma in lieve aumento rispetto ai 182 registrati venerdì.

«Abbiamo visto i numeri scendere e aumentare ma questi sono piuttosto bassi – ha detto il Premier Doug Ford durante una conferenza stampa a Queen’s Park – devo ammettere che questo trend è davvero positivo. Ma non possiamo abbassare la guardia neppure per un secondo».

Anche le chiese cattoliche si stanno preparando a riaprire: da mercoledì le parrocchie potranno accogliere i fedeli per la celebrazione della messa quotidiana mentre a partire dal prossimo fine settimana – quello del 20-21 giugno – sarà consentita anche la celebrazione delle messe del fine settimana.

A piccoli passi, al pari di altre province, anche in Ontario inizia l’allentamento delle misure restrittive che si sono rese necessarie per contenere la diffusione del nuovo coronavirus.

Nonostante la situazione registri dei lenti ma costanti miglioramenti, i funzionari della sanità pubblica raccomandano però di continuare ad essere prudenti e a non pensare che l’emergenza Covid-19 sia oramai finita.