CorrCan Media Group

Covid, due contagi nelle scuole cattoliche 

Covid, due contagi nelle scuole cattoliche 

Covid, due contagi nelle scuole cattoliche 

TORONTO – Lentamente, ma costantemente, aumentano i contagi di Covid-19 nelle scuole dell’Ontario. Ed il tanto temuto virus è entrato anche nelle aule di due scuole del provveditorato cattolico di Toronto (Tcdsb): a risultare infetti sono stati un membro dello staff della St. Basil-the-Great College School e uno studente della St. Gerald Catholic School.

All’insegnante del St. Basil il Covid è stato diagnosticato l’11 settembre, prima dell’inizio ufficiale della scuola. Il Toronto Public Health (TPH) ha informato il provveditorato che non esiste quindi alcun rischio reale.

Lo studente della St. Gerald ha frequentato per l’ultima volta la scuola il 17 settembre: il Tcdsb ha precisato che tutti i 20 studenti nella classe e il personale di questo gruppo rimarranno in isolamento per 14 giorni.

La sanificazione in entrambe le scuole è già stata fatta ed oggi le lezioni avranno luogo normalmente. A una settimana dalla riapertura scaglionata sia per quelle elementari che per le superiori, le segnalazioni continuano comunque a salire destando preoccupazioni sempre maggiori tra i genitori che hanno scelto di far seguire ai propri figli le lezioni di presenza.

Fino a venerdì stando al sito web del governo dell’Ontario i contagi individuati in 60 scuole sono stati complessivamente 72: 25 studenti, 22 insegnanti e 25 membri del personale non specificato.

Unica scuola chiusa, proprio per riuscire a mettere un freno al dilagare delle infezioni, è la Fellowes High School di Pembroke dove tre casi di coronavirus sono stati individuati. La serrata è stata decisa dal Renfrew County and District Health Unit che ha ritenuto la misura “necessaria per determinare l’esatta portata dell’epidemia e per prevenire un’ulteriore diffusione del virus”.

Venerdì a segnalare il suo primo caso è stato il provveditorato cattolico di Hamilton: la scuola frequentata dallo studente risultato positivo al Covid è la Bishop Tonnos Catholic Secondary School.

In una lettera inviata alle famiglie, il preside Carmelo Barone, ha precisato che l’ultimo giorno di frequenza del ragazzo è stato lunedì scorso e che l’esito positivo del tampone è giunto venerdì. “Bishop Tonnos CSS e l’Hamilton- Wentworth Catholic District School Board stanno collaborando con i funzionari della sanità pubblica per facilitare la ricerca dei casi e dei contatti”, ha scritto Barone.

Il primo contagio di coronavirus nel provveditorato pubblico di Hamilton è stato invece segnalato giovedì in un membro di un programma scolastico della Templemead Elementary School.

Nel fine settimana anche il Niagara District Catholic School Board ha notifi cato la presenza di un caso di Covid nella Mary Ward Catholic Elementary School.

«Di conseguenza, gli studenti e il personale sono stati esposti a Covid-19 mentre questa persona era contagiosa – ha detto il direttore all’Istruzione Camillo Cipriano – questo individuo è attualmente in isolamento. A chiunque sia stato a contatto con questa persona è consigliato di restare a casa e di seguire i consigli della sanità pubblica del Niagara Region Public Health».

Il dottor Mustafa Hirji, ufficiale medico sanitario del Niagara, ha affermato che affrontare in modo aggressivo i casi man mano che emergono nelle scuole è necessario per impedire che la diffusione del nuovo coronavirus sfugga di mano e, in definitiva, per poter continuare a tenere i bambini in classe.

La scorsa settimana a risultare positivo al test è stato uno studente della Brock University.

Niagara Region Public Health (NRPH) ha inoltre informato il District School Board di Niagara che un individuo della Eastdale Secondary School è risultato positivo al Covid-19. Oggi, un ispettore e un’infermiera della sanità pubblica della NRPH visiteranno la scuola.