CorrCan Media Group

Case di cura, al via commissione indipendente

Case di cura, al via commissione indipendente

Case di cura, al via commissione indipendente

TORONTO – Il governo dell’Ontario ha nominato una commissione indipendente per esaminare le case di cura a lungo termine della provincia e le circostanze che hanno portato alla morte di oltre 1.300 anziani durante la crisi dettata dal Covid-19.

Bisognerà aspettare settembre per l’inizio dei lavori della commissione mentre al momento dettagli fondamentali come “termini di riferimento, appartenenza, direzione della commissione e tempistiche di rendicontazione” sono ancora in fase di definizione.

Il ministro del Long-Term Care Merrilee Fullerton ha affermato che la “commissione indipendente e neutrale” è il modo migliore per identificare le “problematiche” in queste strutture, garantendo allo stesso tempo la trasparenza per i residenti della provincia dell’Ontario.

«Stiamo prendendo provvedimenti. Non stiamo aspettando. Siamo la prima provincia ad agire e la prima che avrà una commissione che coinvolge i residenti – ha dichiarato ieri la Fullerton durante una conferenza stampa – vogliamo assicurarci che l’assistenza a lungo termine – i problemi nelle residenze a lunga degenza – siano presi in esame. Questo è qualcosa che come governo riteniamo essere una priorità, deve esserlo, e dobbiamo rispondere alle domande che i residenti della provincia ci pongono».

Fullerton ha aggiunto che una relazione sui risultati della commissione sarà resa pubblica appena verrà completata.

Non è esattamente l’inchiesta pubblica che la scorsa settimana avevano chiesto sia la leader dell’Ndp Andrea Horwath che l’Ontario Long Term Care Association (OLTCA) per fare luce sulla gestione delle residenze di cura a lunga degenza dove il Covid-19 ha mietuto vittime a iosa. Il governo Ford ha infatti respinto queste richieste, che sarebbero state regolate dal Public Inquiries Act, optando invece per una revisione del sistema.

La Horwath rimane dell’opinione che una inchiesta pubblica avrebbe potuto esaminare le le condizioni pre-pandemiche nelle 630 case di cura a lungo termine della provincia, la preparazione e la risposta del governo durante la pandemia oltre ad una revisione del ruolo e del futuro della gestione a scopo di lucro di gruppi del settore.

In direzione opposta si muoverà invece il governo: la portavoce del premier Ford Ivana Yelich ha affermato che una commissione indipendente sarà in grado di organizzare audizioni pubbliche, di presentare un rapporto accessibile al pubblico e di terminare il suo lavoro molto più rapidamente di quanto possa fare un’inchiesta pubblica.

“Negli ultimi vent’anni l’Ontario ha avuto numerose investigazioni, studi e relazioni di revisori generali che documentano i problemi del sistema – ha scritto su Twitter la Yelich – sappiamo che il sistema è guasto. Non possiamo permetterci di aspettare che un’altra inchiesta ci dica quello che già sappiamo”.