CorrCan Media Group

Autismo, il governo inverte la rotta

Autismo, il governo inverte la rotta

TORONTO – Inversione di marcia.

È quella che sta facendo, ancora una volta, il governo Ford che ieri ha annunciato di aver deciso di cambiare direzione riguardo il suo controverso programma sull’autismo.

«Abbiamo ascoltato. Abbiamo imparato – ha affermato il ministro per i Bambini, la Comunità e i Servizi sociali Todd Smith – è chiaro, secondo me, che non l’avevamo fatto nel modo giusto. Lo faremo ora».

Smith, che nel rimpasto di governo ha rimpiazzato il ministro Lisa MacLeod, ha detto che la nuova strategia fornirà un sostegno basato sui bisogni rispetto all’attuale programma che prevede che le famiglie ricevano un determinato importo di finanziamenti in base all’età del loro bambino. In teoria, così facendo, molti problemi sarebbero risolti.

Smith ha però detto anche di non sapere come funzionerà esattamente il programma e neppure se i ragazzi che hanno bisogno di grandi somme di denaro – $80mila è il tetto massimo – potranno ricevere le costose cure.

La strategia, ha spiegato il ministro, si baserà sulle raccomandazioni che i venti membri dell’Autism Advisory Panel sottoporanno all’attenzione del governo entro la fine dell’estate con l’obiettivo di aiutare il maggior numero possibile di bambini.

Per garantire che non vi siano lacune nel servizio per i ragazzi con autismo, il governo aミerma che le famiglie continueranno a ricevere i loro servizi attuali nell’ambito dell’Ontario Autism Program Behaviour Plan fino all’ultimo.

Successivamente possono rinnovare il loro piano per una seconda proroga di sei mesi al livello attuale di intensità o, se è il caso, minore. Nel frattempo, mentre il nuovo programma basato sui bisogni viene sviluppato, il governo assicura che continuerà a lavorare allo scopo di ridurre il numero dei bambini in lista di attesa. Sono cambiamenti, questi, che arrivano dopo mesi di proteste da parte dei genitori e una revisione interna che ha bocciato la riforma voluta dal governo ed ha optato per una revisione del programma.

«Come precedentemente annunciato, l’Ontario sta investendo ulteriori $278 milioni nel programma per l’autismo portando il totale del finanziamento a $600 milioni all’anno – ha aミermato Smith – è chiaro che dobbiamo chiedere al comitato consultivo di fornirci una serie più ampia di raccomandazioni e consigli e che dobbiamo dare loro il tempo necessario per farlo».

Il nuovo programma per i bambini autistici dovrebbe entrare in vigore entro aprile del 2020.

More in Ontario