CorrCan Media Group

Tories, via un programma pilota, sì a Twitter

Tories, via un programma pilota, sì a Twitter

TORONTO – In questo caso i conservatori dell’Ontario non hanno mantenuto la parola. È stato annullato infatti un programma provinciale sperimentale che offriva sostegno finanziario a 4.000 ontariani a basso reddito. Il programma pilota, che doveva protrarsi per tre anni, è stato lanciato nell’aprile 2017 dal precedente governo liberale e garantiva un reddito minimo di $17.000 all’anno a persone aventi i requisiti per riceverlo, meno la metà del loro reddito ottenuto lavorando.
Questo consentiva a una coppia di ricevere fino a 24.000 dollari all’anno mentre le persone con disabilità godevano del diritto a ulteriori 6.000 dollari. Lo scorso aprile, una portavoce di Ford, Melissa Lantsman, ha dichiarato al Toronto Star che i Tories non avevano intenzione di cancellare il programma in prova e che “non vedevano l’ora di vedere i risultati”.
Tre mesi dopo, il governo di Ford ha cambiato registro e lo ha definito un costoso “sistema patchwork” annunciando che il governo lo sostituirà con “un sistema che aiuta a stabilizzare le persone bisognose e a sostenerle per raggiungere il successo”.
È di ieri la dichiarazione del Ministro dei servizi sociali Lisa MacLeod che ha bocciato in pieno il programma dicendo che “non è chiaramente la risposta giusta per le famiglie dell’Ontario”.
Nel budget di marzo, i liberali hanno annunciato che avrebbero aumentato del 3% la somma di denaro destinata alla cosiddetta “assistenza in base al reddito” ma la MacLeod ha detto che il governo ha invece deciso di ridurre l’aumento all’1,5 per cento. «Il nostro piano aiuterà le persone a rientrare nel mondo del lavoro e a continuare a lavorare, mentre sostiene le persone con disabilità che sono in grado di lavorare e favorisce la loro partecipare nella comunità».
MacLeod ha affermato che le modifiche all’assistenza sociale “andranno di pari passo” con le recenti decisioni del governo di ridurre il prezzo della benzina di 10 centesimi al litro, di abbassare le tariffe idroelettriche e fornire sgravi fiscali ai genitori che lavorano e a chi percepisce un salario minimo.
Il governo del Premier Doug Ford ha intanto lanciato un nuovo account sui social media per promuovere il suo programma. L’account Twitter @ontarionewsnow è stato creato il 12 luglio e il primo tweet è stato postato lunedì sera. Un video di un minuto “Il premier Ford tira le somme del suo primo mese al governo”, presenta un montaggio di immagini di Ford in varie situazioni tra cui una visita a Woodbine Racetrack, l’incontro con il primo ministro Justin Trudeau e la partecipazione alla riunione dei Primi Ministri.
Jeff Silverstein, direttore delle comunicazioni per PC Caucus Services, ha provato a giustificare questa spesa: «Stiamo utilizzando le tecnologie a nostra disposizione per comunicare con la gente. Piattaforme come Facebook ci offrono l’opportunità di comunicare direttamente con persone provenienti da tutti gli angoli dell’Ontario», ha detto. Durante la campagna elettorale il premier ha sempre cercato di evitare di rispondere alle domande dei giornalisti.
Che un account Twitter sarebbe stato pagato con le tasse dei contribuenti però non è mai stato detto.

More in Breaking News
Festa Terelle
Feb Sun ,2018