CorrCan Media Group

In Ontario seconda vittima, 43 nuovi casi

In Ontario seconda vittima, 43 nuovi casi

In Ontario seconda vittima, 43 nuovi casi

TORONTO – I 43 nuovi casi di positività al Covid-19 registrati ieri nella provincia dell’Ontario segnano il più grande aumento giornaliero dal 25 gennaio. Sale quindi a 257 il numero dei casi di contagio mentre i decessi sono ora due.

I medici della Halton Region hanno infatti confermato la morte di un uomo sulla cinquantina con patologie pregresse che è stato curato sia all’Oakville Trafalgar Memorial Hospital che al Milton District Hospital.

«Questa è la tragica prova che abbiamo bisogno di lavorare insieme come comunità per aiutare a fermare la diffusione di Covid-19 praticando l’allontanamento sociale e prendendo provvedimenti per proteggere noi stessi e coloro che ci sono vicini», ha detto il dottor Hamidah Meghani, responsabile sanitario della Halton Region.

L’altra fatalità registrata in Ontario risale all’11 marzo quando a Barrie un uomo di 77 anni è deceduto al Royal Victoria Hospital.

Complessivamente, in Canada, sono 801 i casi di contagio confermati e presunti mentre le vittime sono 10.

All’Ontario, provincia che detiene il triste primato di contagiati dal coronavirus, fanno seguito la British Columbia con 231 casi e 7 morti, l’Alberta con 119 casi e il Quebec con 94 e un morto.

Intanto ieri il governo dell’Ontario si è riunito a Queen’s Park per approvare le leggi speciali volte a a proteggere i lavoratori che sono costretti a rimanere a casa a causa della pandemia di Covid-19.

Fino al momento di andare in stampa non si era tenuta ancora la votazione finale ma stando alle previsioni il disegno di legge verrà approvato con il consenso unanime di tutte le parti.

In nome della distanza sociale, solo 24 deputati provinciali sono stati presenti: 12 del Progressive Conservative, 8 neo-democratici, due liberali, uno del Green Party e lo speaker.

Considerato la gravità della situazione sia la leader dell’opposizione Andrea Horwath che quello dei Verdi Mike Schreiner hanno anticipato la volontà di sostenere il disegno di legge. «In momenti come questo, i politici devono mettere da parte la partigianeria per assicurare supporto e assistenza alle persone», ha detto Schreiner.

Il premier Doug Ford ha promesso il disegno di legge all’inizio di questa settimana e ha detto che si applicherà ai dipendenti sotto esame, supervisione o cura per la malattia causata dal nuovo coronavirus.

Anche i lavoratori in isolamento o in quarantena e coloro che hanno bisogno di fornire assistenza a una persona per un motivo correlato al Covid-19, come la chiusura di una scuola o di un asilo nido, verrebbero protetti dalla legge.

Nell’ambito delle misure prese dalla provincia per proteggere la salute e la sicurezza delle persone, il Ministero dei trasporti e il Ministero della sanità, in collaborazione con il Ministero del governo e dei servizi al consumo e ServiceOntario, stanno estendendo il periodo di validità delle patenti di guida, servizi e tessere sanitarie.

Sono misure queste, che hanno lo scopo di ridurre la necessità di visitare di persona il ServiceOntario, gli užci International Registration Plan e i centri Drive Test contribuendo in tal modo a promuovere il distanziamento sociale e a contenere la diffusione del virus.

Queste nuove normative includono, tra le altre, estensioni per patenti di guida, convalida delle targhe, Ontario Photo Cards e certificati di immatricolazione degli operatori dei veicoli commerciali.

Le tessere sanitarie in scadenza e scadute continueranno a fornire accesso ai servizi sanitari. Questa estensione sarà in vigore fino a quando, sulla base dei consigli del Chief Medical Ožcer of Health e dei funzionari della sanità pubblica dell’Ontario, la situazione attuale migliorerà.

Più di 40 servizi sono già disponibili online: per ulteriori dettagli, visitare ServiceOntario.ca/services.