CorrCan Media Group

Dorian in viaggio dal Canada verso l’Europa

Dorian in viaggio dal Canada verso l’Europa

TORONTO – Continua il viaggio dell’uragano Dorian che dopo aver devastato le Bahamas e aver raggiunto le coste canadesi di Nova Scotia e Newfoundland con venti fino a 150km/h e piogge molto forti ha perso ulteriormente energia diventando tempesta tropicale sul versante orientale del Canada: Dorian ha attraversato il Mare del labrador sfiorando la Groenlandia e infine questa sera sarà sull’Islanda.

Dorian approderà quindi in Europa andando ad interferire con il flusso perturbato atlantico cui darà man forte, in particolare tra domani e giovedì alimentando una profonda depressione sul Mar di Norvegia. Più di 500mila persone sono rimaste senza corrente, centinaia gli enormi alberi abbattuti e strade allagate: questo è il terzo landfall della tempesta che ha percorso più di 3500 km da quando è diventata un uragano.

Halifax è stata particolarmente colpita dalla tempesta, che è arrivata sabato pomeriggio come un violento uragano di categoria 2 ed è stata declassata a una tempesta post-tropicale più tardi in serata quando si è abbattuta vicino alla capitale. Uno scenario di distruzione: alberi sradicati, molti finiti sulle case nella zona di Halifax, le loro radici fuoriuscite dal terreno, spesso anche dall’asfalto della strada.

Non hanno perso tempo le squadre di intervento che hanno iniziato prontamente a raccogliere detriti e a rimuovere i rami più grandi dalle strade.

Come annunciato dal ministro dell’Istruzione della Nova Scotia Zach Churchill, tutte le scuole pubbliche nella provincia sono rimaste chiuse ieri mentre gli equipaggi lavoravano per valutare la sicurezza degli edifici scolastici e delle proprietà.

Centinaia di membri delle forze armate canadesi sono giunte nella regione di Halifax per aiutare nelle operazioni di pulizia al fine di poter tornare alla normalità il più presto possibile.

Servirà invece tempo per far tornare la normalità le Bahamas dove l’uragano si è abbattutto con una forza inaudita, raggiungendo la categoria 5, la più alta nella scala di intensità, lasciando case distrutte e allagate e 70mila persone senza un tetto sopra la testa. Il numero dei morti, salito a 45, è destinato ad aumentare considerato che migliaia sono ancora i dispersi.

Oggi l’uragano Dorian, ormai declassato a depressione tropicale ma comunque ancora intenso, si abbatterà sul Mare del Nord, tra Islanda e Regno Unito. Le ripercussioni saranno importanti su tutto il continente europeo, e in modo particolare nel Mediterraneo centrale e quindi sull’Italia.

Tra domani e venerdì prossimo l’Italia sarà colpita da una violenta ondata di maltempo provocata da un vuoto barico innescato dalle correnti intense e perturbate di Dorian sul nord Europa: l’uragano non arriverà direttamente sull’Italia, ma determinerà una serie di ripercussioni a catena che innescheranno fenomeni di maltempo.

More in Breaking News
Festa Terelle
Feb Sun ,2018